Crollo del Ponte Morandi, i tifosi del Genoa: "43' in silenzio"

Commenti()
Getty Images
I tifosi del Genoa, per la gara con l'Empoli, hanno deciso di non cantare nei primi 43' del match in memoria di ciascuna vittima del Ponte Morandi.

Il crollo del Ponte Morandi a Genova fa male. Malissimo. Ecco perchè il mondo del calcio si compenetra nel dramma avvenuto il 14 agosto nel capoluogo ligure, come dimostra l'iniziativa dei tifosi del Genoa.

Con DAZN vedi oltre 100 match di Serie A in esclusiva e tutta la Serie B IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

In occasione del match di domenica sera contro l'Empoli, i sostenitori rossoblù non intoneranno cori per i primi 43' della sfida: "Sarà un silenzio assordante di 43 minuti - si legge nel comunicato - uno per ogni bambino, lavoratore, studente, papà o mamma che oggi non sono più con noi".

"Le nostre bandiere non sventoleranno - prosegue la nota - i nostri striscioni capovolti coloreranno lo stadio diversamente e le nostre voci resteranno silenziose. Saranno 43 minuti di amore".

Quarantatrè, proprio come il numero delle persone che hanno perso la vita nella sciagurata tragedia che ha piegato una città ma non le ha tolto la forza di reagire all'ennesimo momento difficile.

Già in occasione di Milan-Genoa, i tifosi del Grifone avevano deciso di disertare la trasferta in segno di lutto e solidarietà: gara poi rinviata e gesto di vicinanza rimandato alla partita con l'Empoli. Chapeau.

Chiudi