Contro la Croazia solo il risultato, poi via agli esperimenti Italia: 3-3-4 iper-offensivo

Commenti()
Getty
Uno gioca nel Milan, l'altro nell'Atletico Madrid: El Shaarawy e Cerci, vecchi dribblomani negli anni passati ora fermati da panchine, infortuni e via discorrendo. Loro due per il 3-3-4 del'Italia.

3-5-2, il suo modulo, la sua anima. Alla Juventus prima, nell'Italia poi. Il passo successivo per Antonio Conte, a caccia della quinta vittoria in cinque gare azzurre, è quella di rendere la Nazionale più forte in fase offensiva, capace di andare oltre il compitino di una o due reti a gara.

Uno schema, insomma, che porterebbe a mantenere i tre centrali di difesa ma a due attaccanti in più. Ovviamente a gara in corso. Un 3-3-4 votato all'attacco, sulle orme di quello che Guardiola è finalmente riuscito a fare a casa Bayern, dopo un primo anno positivo ma senza caratteri legendari come il team di Heynckes, autore della tripletta di trofei.

Cosa manca a Conte per adottare questo schema? Un fuoriclasse, in teoria. Un Robben capace di saltare l'uomo quando vuole, così da creare l'avanzata e la superiorità. Tra i convocati per la gara contro la Croazia sono in due a poter essere l'Arjen della situazione.

Uno gioca nel Milan, l'altro nell'Atletico Madrid: El Shaarawy e Cerci, vecchi dribblomani negli anni passati ora fermati da panchine, infortun e via discorrendo. A lungo andare, a meno di nuove chiamate azzurre, saranno loro due a rappresentare la chiave per questo modulo.

Contro la Croazia però a Conte interessa solo il risultato, ovvero vincere e staccare il team di Kovac in testa alla classifica. Ora come ora le due Nazionali sono appaiate in cima a nove, lunedì il c.t azzurro vuole essere solo a dodici, vincendo di misura, anche senza stupire.

L'articolo prosegue qui sotto

Ranocchia, Chiellini e Darmian saranno i centrali, visti gli acciacchi di Ogbonna. De Sciglio e Pasqual giocheranno esterni, mentre De Rossi, alla partita azzurra numero 100, dovrebbe giocare con Candreva e Marchisio. Pellè scalpita, ma dovrebbe essere proposta ancora una volta la coppia Zaza-Immobile.

Contro la Croazia 3-5-2 contiano classico, per gli esperimenti da carro armato probabile 3-3-4 a partita in corso già contro l'Albania. Meglio provare tutto ora, a distanza siderale dagli Europei francesi.

Get Adobe Flash player

Prossimo articolo:
Guida TV: dove vedere tutto il calcio in diretta TV e streaming
Prossimo articolo:
Tabella infortunati, squalificati e diffidati in Serie A
Prossimo articolo:
Calciomercato gennaio, notizie e trattative: Napoli, contatti per Trincao
Prossimo articolo:
Barcellona-Levante 3-0: Dembelè fa doppietta, remuntada blaugrana
Prossimo articolo:
Calciomercato Milan, Piatek caldo: summit Leonardo-Preziosi
Chiudi