Como verso il fallimento: Kukoc punta il dito contro la dirigenza

Commenti()
Getty Images
Tonci Kukoc ha indossato la maglia del Como per i primi 6 mesi del 2016, in cui notò una situazione dirigenziale totalmente allo sbando.

Il 25 maggio 1907 nasceva il Como Foot-Ball Club. Oggi, a distanza di quasi 110 anni, la società lombarda è in procinto di fallire. Colpa di uno stato debitorio che è stato definitivamente accertato in sede d'appello con la ratifica ufficiale del dissesto della società.

Tabella infortunati, squalificati e diffidati in Serie A

Tuttavia che qualcosa non andava si era già capito da tempo. O almeno così si evince dalle forti considerazioni esposte sul proprio profilo 'Facebook' da Tonci Kukoc, arrivato in Lombardia nella finestra di calciomercato invernale del 2016. Esperienza durata pochi mesi in virtù della retrocessione del club in Lega Pro, a seguito della quale il calciatore croato rescisse il proprio contatto.

In quella stagione Kukoc collezionò appena 2 presenze e ciò che gli rimase più impresso fu proprio l'assenza di una dirigenza. Una squadra praticamente allo sbando, mal supportata da chi aveva il comando.

Naturale il declino del Como, che oggi versa in una situazione drammatica a fronte di una storia calcistica di tutto rispetto.
 

Chiudi