Clamoroso in Cina: quattro portieri in campo allo stesso momento, due in attacco

Commenti()
(C)Getty images
Cannavaro ha battuto il Beijing Renhe per 5-0 con il suo Guangzhou: causa turnover, gli avversari hanno schierato tre portieri contemporanemente.

Nel mondo del calcio può succedere di tutto. Sopratutto in termini tattici e riguardo le scelte di un allenatore, capace di dare vita a idee clamorose per risparmiare i suoi giocatori e puntare su novità rivoluzionarie. Più o meno rivoluzionarie, vista la difficile attuazione dell'intuizione. Giocare con tre portieri, del resto, non è proprio efficace.

Con DAZN segui la Serie A IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

Chiedere a Fabio Cannavaro, che nel quinto turno della coppa cinese ha battuto 5-0 il Beijing Renhe con il suo Guangzhou Evergrande. AleksandarStanojevic, tecnico degli avversari, ha deciso di tenere a riposo i titolari per il campionato mandando in campo due portieri tra primo e secondo tempo, schierandoli come attaccanti.

Prima Liu Peng al 43' e dunque Li Chen al minuto 83 sono scesi in campo senza i caratteristici guantoni che sono abituati ad indossare in allenamento e nel resto delle gare ufficiali, per provare a limitare il dispendio di energie degli altri compagni di squadra del Beijing.

L'articolo prosegue qui sotto

Appena quattordici i giocatori a disposizione del Renhe per la trasferta di Canton e l'imposizione di inserire in lista almeno tre Under 23, dei quali uno deve essere titolare. A dieci minuti dalla fine, insomma, in campo c'erano quattro portieri, di cui due effettivamente tra i pali e due in attacco.

Inoltre in tutto l'arco della gara sono cinque i portieri scesi in campo, vista la sostituzione di Cannavaro dopo il primo tempo, che ha deciso di puntare sul numero uno Liu Shibo al posto di Liu Dianzuo. Mou Pengfei è stato l'unico estremo difensore per tutti i novanta minuti a difendere la porta, senza essere sostituito o posizionato in attacco.

Un numero uno in attacco? Sì, è effettivamente avvenuto, ma non per una scelta particolare del pre-stagione o per provare a recuperare il risultato nel finale: Liu Peng al 43', e per tutto il secondo tempo contro il Guangzhou, ha provato a segnare al suo collega, in una vesta insolita. Senza però trovare fortuna.

Chiudi