City a fatica, Guardiola sorride e non fa polemiche: "Arbitri? Passaparola"

Commenti()
E' servito un grande sforzo al Manchester City per avere la meglio del Monaco, Guardiola è soddisfatto: "Felici di aver battuto una grande squadra".

Pep Guardiola applaude il suo Manchester City per la bella reazione nel finale che ha portato alla rimonta su un ostico Monaco. L'allenatore spagnolo, intervenuto nel post partita ai microfoni di 'Mediaset Premium', ha sottolineato la forza degli avversari.

City 'five'loso, non basta Falcao

"Siamo felici di aver battuto una grande squadra come questo Monaco. - ha dichiarato l'ex allenatore del Bayern - Loro hanno fatto di più di noi, hanno dei giocatori eccezionali e dei terzini a destra e a sinistra che non capisco come possano correre così tanto; hanno fatto tantissimi goal in questi anni e questo dimostra che sono una squadra fortissima".

"Noi siamo stati un po' fortunati, come in occasione del 3° goal. - ha osservato il tecnico del City - Ma anche tanto sfortunati, come nel primo tempo. Dobbiamo ringraziare anche il nostro portiere, però mentalmente siamo stati molto stabili, non era facile giocare 90 minuti con grande intensità, non ci siamo mai dimenticati di restare uniti e attaccare. La qualificazione è ancora aperta, con un 2-0 siamo fuori, ma siamo lì". 

Nessuna polemica sull'arbitraggio di Mateu Lahoz, che nel primo tempo non ha concesso al City un rigore evidente per fallo di Subasic su Aguero lanciato a rete. "Arbitri? Passaparola. Non voglio parlare degli arbitri, non l'ho mai fatto e non lo farò stasera. - ha detto Guardiola - Sono successe tante cose, tantissime. Anche alcuni errori ma noi siamo una squadra tanto giovane che da qualche anno gioca in Europa ma che per tantissimi anni non ci ha giocato". 

"Partite come quella di stasera ci serviranno per crescere, - ha assicurato l'allenatore spagnolo - ci siamo trovati di fronte ad una squadra che voleva vincere come noi, entrambe vogliamo andare avanti ma non è mai facile giocare così, lasciando spazi così lunghi dietro".

Decisiva per la vittoria la doppietta di un ritrovato Aguero autore di una doppietta e di una prestazione positiva: "Se ha superato l'esame? Non deve superare nessun esame, - ha concluso Guardiola - ha un talento speciale. Oggi ha partecipato di più al nostro gioco, ha fatto il terzo uomo, ha giocato di sponda".

Chiudi