Notizie Partite
Serie A

Chievo, il retroscena di Piazon: "A 17 anni ho rifutato la Juventus per il Chelsea"

19:27 CET 04/02/19
Lucas Piazon Chelsea 2018-19
Lucas Piazon, nuovo acquisto del Chievo arrivato dal Chelsea, ha raccontato di aver rifiutato la Juventus a 17 anni, preferendo il Chelsea.

L'arrivo in Italia di Lucas Piazon ha spiazzato tutti. L'ex promessa del Chelsea ha scelto di rimettersi in gioco in Serie A, con la maglia del Chievo, andando alla caccia di una salvezza difficilissima da raggiungere con i gialloblù. Eppure nel nostro campionato il brasiliano ci sarebbe potuto arrivare già diversi anni fa, quando come da lui raccontato, ha rifiutato la Juventus.

Con DAZN segui la Serie A IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

Piazon, classe 1994, è arrivato in Europa dal San Paolo nel gennaio 2012, per vestire la maglia del Chelsea. Con i 'Blues' però ha collezionato soltanto 3 presenze, avendo passato tante stagioni in prestito in giro per i campionati europei: Malaga, Reading, Fulham, Vitesse ed Eintracht Francoforte tra le sue tappe. Ora il Chievo, in Serie A.

Quella Serie A già sfiorata nell'estate 2011, quando, come da lui stesso confessato nella conferenza stampa di presentazione con i veronesi, ha rifiutato un trasferimento alla Juventus preferendo il Chelsea.

"Quando avevo 17 anni la Juventus mi voleva, così come il Chelsea, è vero. Ma ho scelto la Premier League. In Inghilterra mi sono trovato in mezzo a tantissimi giocatori forti e ho capito che avrei dovuto lavorare ancora più duramente".

7 anni dopo e tanti prestiti dopo, il brasiliano non rimpiange la scelta. Ricorda però di aver seguito molto il campionato italiano da piccolo, sognando Ronaldo.

"Non posso sapere che tipo di giocatore sarei diventato se avessi fatto una scelta differente nel passato. Quando ero piccolo sognavo la Serie A, volevo diventare come Ronaldo".

Ora non più la Juventus, ma il Chievo. Una realtà che lotta per la salvezza, la ragione per cui Piazon ha scelto di tentare questa avventura.

"La scelta di venire al Chievo deriva dal mio desiderio di tornare ad essere protagonista in campo e combattere per qualcosa".