Chelsea, Sarri sincero: "Drinkwater e Moses non adatti al mio gioco"

Commenti()
Maurizio Sarri spiega la situazione di Drinkwater e Moses, fin qui utilizzati col contagocce: "Se hanno un futuro al Chelsea? Non lo so".

10 giornate di Premier League, 7 vittorie e 3 pareggi. L'avventura inglese di Maurizio Sarri non sarebbe potuta iniziare in modo migliore. Ma non tutti al Chelsea possono dirsi completamente felici dell'arrivo dell'ex allenatore del Napoli.

C'è ad esempio Gary Cahill, che qualche settimana fa ha rivelato di voler ripensare il proprio futuro a gennaio. E ci sono Danny Drinkwater e Victor Moses praticamente 'dimenticati' da Sarri: due presenze in campionato per l'esterno nigeriano, nessuna per l'ex centrocampista del Leicester, campione d'Inghilterra due anni fa. Nessun mistero: ci pensa il manager a dare una spiegazione.

Per quanto riguarda Drinkwater, spiega Sarri in conferenza stampa, "secondo me non è adatto per giocare con altri due centrocampisti. Gli ho già espresso il mio pensiero due mesi fa". Moses, invece, "è più adatto per il ruolo di esterno a tutta fascia (in un 3-4-3 contiano, ndr) che per quello di esterno offensivo o di terzino".

Sia per Drinkwater che per Moses potrebbero così aprirsi altre porte. Magari già a gennaio. "Se hanno un futuro qui? Non lo so - ammette Sarri - Hanno bisogno di migliorare, ma è un dato di fatto che le le loro caratteristiche sono leggermente diverse".

Anche oggi, contro il Crystal Palace, per i due non ci sarà spazio. Largo a Barkley nel ruolo di mezzala, al fido Jorginho in regia, ad Azpilicueta sulla fascia destra della difesa e a Willian nel tridente con Morata e Hazard. Con buona pace di Drinkwater e Moses, sempre più ai margini.

Chiudi