Chelsea contro i razzisti: chi sbaglia a Stamford Bridge va a visitare Auschwitz

Commenti()
Getty Images
Nuova iniziativa del club di Roman Abramovich: i tifosi colpevoli di atteggiamenti razzisti potranno essere spediti a far visita ad Auschwitz.

Il Chelsea è una delle squadre che tiene maggiormente a cuore il tema della lotta al razzismo. Soprattutto perché il proprietario Roman Abramovich è di origine ebrea. 

Con DAZN vedi oltre 100 match di Serie A in esclusiva e tutta la Serie B IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

Oggi, come riportato dal 'Sun', il Chelsea si rende protagonista di una bella quanto curiosa iniziativa. Tutti i tifosi che verranno ritenuti colpevoli di atteggiamenti razzisti a Stamford Bridge (con cori o quant'altro) potrebbero essere mandati a far visita ad Auschwitz.

Come spiega il presidente Bruce Buck con queste parole, la 'punizione' fa parte di un progetto più ampio: "Il comportamento delle persone razziste non cambia se neghi a loro l'ingresso allo stadio, come abbiamo fatto in passato. Restano sempre sulle loro idee, a meno che tu non gli faccia vedere con i loro occhi posti come il campo di concentramento di Auschwitz".

Una iniziativa che sarà interamente finanziata dal club con l’avallo del proprietario Roman Abramovich. Chissà se adesso qualcuno a Stamford Bridge si azzarderà a cantare qualche coro di stampo razzista verso i giocatori...

Chiudi