Champions League subito su Sky, Mediaset apre: "Da non escludere"

Commenti()
Getty
Il prossimo sarà l'ultimo anno dei tre di esclusiva aggiudicatisi da Mediaset per la trasmissione in Italia della Champions League: c'è l'ipotesi Sky.

Dalla stagione 2018/19 e per le due successive, la Champions League tornerà ad essere trasmessa in esclusiva per l'Italia da Sky, che al momento non ha ancora lasciato trapelare nulla su un'eventuale sub-licenza alla RAI, potendo comunque contare sul proprio sbocco in chiaro costituito da TV8.

Ma la succosa novità che arriva da Milano, dove Mediaset ha presentato i palinsesti televisivi del gruppo per la prossima stagione è che - in presenza di un'offerta congrua - l'emittente di Cologno Monzese potrebbe cedere in condivisione alla tv di Murdoch anche i diritti per il 2017/18, ovvero gli ultimi in possesso del Biscione.

Non è un segreto, del resto, che l'operazione Champions non sia stata un grande affare per Premium, il canale a pagamento di Mediaset, visto che il numero di abbonati non ha coperto il pesante esborso. Stupiscono quindi, ma fino a un certo punto, le parole di Piersilvio Berlusconi quando si è parlato della possibile cessione dei diritti in questione ad un altro operatore.

"Ad oggi non ci sono accordi nè trattative avanzate. Ma non lo escludo, i grandi gruppi vogliono gli eventi per portare abbonati. Il tempo corre: è qualcosa che deve essere fatto nel prossimo mese o mese e mezzo - ha detto l'Ad di Mediaset, facendo poi esplicitamente il nome del principale competitor - avere la Champions con un anno di anticipo può piacere anche a Sky".

Ovviamente tutto ruota attorno ai soldi, come spiega chiaramente il presidente di Mediaset Premium, Marco Giordani, quando mette come base della trattativa il fatto che Sky sia "disponibile a darci quello che compensa i mancati ricavi".

Chiudi