Castellacci lascia la Nazionale: era stato voluto da Lippi nel 2004

Commenti()
Il responsabile medico della Nazionale ha rassegnato le dimissioni dopo 14 anni, era stato voluto da Lippi nel 2004 e ha vinto i Mondiali nel 2006.

E' il momento degli addii per la Nazionale che dopo Buffon saluta anche il professor Enrico Castellacci, responsabile medico dell'Italia A ormai da 14 anni.

Castellacci come annunciato dalla FIGC tramite un comunicato "ha rassegnato le dimissioni da medico della Nazionale A" ma resterà comunque in Federazione dove "sarà definito un suo nuovo ruolo all'interno dei quadri federali".

Il professor Castellacci, primario ortopedico e docente universitario, secondo quanto scrive 'La Gazzetta dello Sport' era stata una delle condizioni poste da Marcello Lippi prima di firmare come CT nel 2004.

Marcello Lippi 2006

Classe 1951 e toscano come Lippi, ma dell'Isola d'Elba, Castellacci conobbe Lippi ai tempi della Lucchese nel 1991 ed è stato tra i protagonisti anche ai Mondiali del 2006 quando rimise in piedi Gattuso che poi sarebbe stato grande protagonista fino a Berlino.

"Ho avuto l’onore di far parte dello staff della Nazionale per 14 anni e la maglia azzurra mi ha regalato emozioni uniche, culminate nella serata di Berlino con la conquista della Coppa del Mondo, oltre ad aver affrontato anche momenti difficili. Un’esperienza che mi ha arricchito a livello umano, la porterò sempre con me", ha spiegato Castellacci.

E chissà che sull'addio alla Nazionale del professore non abbia pesato una vecchia polemica a distanza con il neo-CT Mancini che ai tempi dell'Inter accusò i medici sportivi di  "fermare i giocatori e a ritardare il loro rientro in campo" ricevendo una risposta piccata proprio da Castellacci.

Chiudi