Caso Lulic, comunicato Lazio: "Chiediamo scusa, ma è partito tutto da Rudiger"

Commenti()
Getty Images
Il Responsabile della Comunicazione della Lazio chiede scusa per le dichiarazioni poco felici di Lulic: "E' una polemica andata oltre alle righe, ma iniziata da Rudiger".

Un botta e risposta al veleno quello tra Rudiger e Senad Lulic, che dopo il derby perso dalla sua Lazio si scaglia contro le dichiarazioni pre-partita del difensore della Roma. Parole che hanno sollevato numerose polemiche, sulle quali la società biancoceleste ha pubblicato un comunicato di scuse.

Roma-Emerson, scatta obbligo riscatto

"Mi sorprendono le parole di uno che fino a due anni fa allo Stoccarda vendeve cinture e calzini, ora è venuto a fare il fenomeno", aveva sentenziato Lulic velenosamente rivolgendosi alle parole del difensore tedesco.

Ecco le parole del responsabile della comunicazione in casa Lazio: "La società si duole di queste dichiarazioni. Chiedo scusa a nome della società e a nome di Senad Lulic. Le sue sono state dichiarazioni a caldo dopo un derby perso. I calciatori negli spogliatoi erano colpiti e abbattuti perché sentivano molto questa sfida. Vogliono reagire. Quella di Lulic è una polemica andata oltre alle righe, ma partita dalle dichiarazioni precedenti di Rudiger".

La Lazio ricorda dunque da dove tutto è nato, ripetendo però le proprie scuse anche a nome del giocatore: "Vorrei chiudere la faccenda qui, con le nostre scuse e con quelle di Lulic. Il buon senso dovrebbe portare a non sovraccaricare parole nate dalla concitazione e dalla rabbia di un momento particolare".

Dopo il ko la squadra di Inzaghi vuole gettare acqua sul fuoco: "L’importante è riconoscere quando si sbaglia e che si lavori affinché questi episodi non capitino più. L’intenzione della società è mantenere all’interno delle manifestazioni sportive correttezza, lealtà e legalità. Noi vogliamo che la competizione calcistica avvenga in questo stile, che è quello della Lazio".

L'articolo prosegue qui sotto

Secca la replica di Spalletti, che non vuole aggiungere molto altro alle parole del bosniaco: "Lulic? Si commenta da solo. Spero non le abbia fatte queste dichiarazioni". Anche Panucci, ex giallorosso, ha mostrato tutta la sua indignazione ai microfoni di 'Premium Sport': "Con quelle dichiarazioni, Lulic è caduto in basso. Ai miei tempi le questioni si risolvevano sul campo. Magari ci si picchiava, ma finiva lì“.

E' stato un derby molto equilibrato, spezzato da due ingenuità della difesa biancoceleste, ma anche molto teso: Rissa in campo dopo il primo goal di Strootman, poi la dichiarazione fuori luogo di Lulic che, evidentemente, sente più di altri il clima derby.

 

Chiudi