Caso Icardi, nessun passo avanti: fischi di 'San Siro' e niente saluto alla squadra

Commenti()
Il pubblico ha fischiato Icardi e Wanda Nara durante Inter-Rapid Vienna, al termine della partita l'attaccante non è sceso negli spogliatoi.

Neppure il poker contro il Rapid Vienna e la qualificazione agli ottavi di Europa League sono bastati per fare rientrare il caso Icardi all'Inter.

Con DAZN segui la Serie A IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

L'argentino ieri, come già avvenuto in occasione della gara di campionato contro la Sampdoria, era in tribuna insieme alla moglie-agente Wanda Nara per assistere alla partita ma la coppia ha raccolto solo fischi ogni volta che le loro immagini comparivano sul maxi-schermo dello stadio.

Al fischio finale inoltre Icardi, secondo quanto riporta 'Sky Sport', non è sceso negli spogliatoi ma anzi avrebbe lasciato 'San Siro' cinque minuti prima della fine e salutando velocemente solo D'Ambrosio e l'amico Lautaro Martinez.

La sensazione insomma è che Maurito, come scrive 'La Gazzetta dello Sport', non abbia alcuna intenzione di chiedere scusa ai compagni (croati in primis), ma allo stesso tempo senza questo passo ricucire lo strappo sembra difficile.

Marotta d'altronde prima della gara contro il Rapid d'altronde è stato chiaro: l'Inter aspetta Icardi.

"Siamo fiduciosi in un suo rientro quanto prima, quando riprenderà dal suo fastidio al ginocchio. Per noi questa situazione è un dispiacere, da parte nostra c’è comunque un atteggiamento di grande apertura. La società è sopra tutto. C’è un club come il Brondby che ha nello stemma uno slogan che dice “Niente sopra la società”. Ecco, noi andiamo avanti con questo motto in testa".

Senza scuse quindi il futuro di Icardi, il cui contratto è in scadenza nel 2021 e la trattativa per il rinnovo ancora in alto mare, sarà lontano dall'Inter.

Secondo 'La Gazzetta dello Sport' le parole di Paratici testimoniano che l'interesse della Juventus per Icardi non è scemato, da qui la risposta piccata di Marotta al suo ex braccio destro.

Fino al termine della stagione però l'Inter e Icardi dovranno comunque firmare una tregua: la palla adesso è tra i piedi del numero 9. E di Wanda Nara.

Chiudi