Caso Florenzi: non era il rigorista, prima di lui El Shaarawy e Kolarov

Commenti()
Getty
Florenzi ha calciato e fallito il rigore contro la Sampdoria, ma in realtà non sarebbe dovuto toccare a lui andare sul dischetto.

La Roma ha sbagliato il terzo rigore del suo campionato, ma questa volta l'amarezza è doppia, perché sul dischetto non è andato il rigorista designato.

Senza Perotti, in panchina, sarebbe dovuto toccare a uno tra El Shaarawy e Kolarov calciare il penalty, invece è stato Florenzi a prendersi il pallone.

Il numero 24 giallorosso, stasera con la fascia di capitano al braccio, se la sentiva particolarmente e ha deciso di assumersi la responsabilità, ma alla fine si è fatto ipnotizzare da un ottimo Viviano.

L'articolo prosegue qui sotto

E Dzeko? In realtà il bosniaco non era nemmeno da considerare tra i possibili rigoristi. Fu lui stesso, dopo alcuni errori consecutivi, a dire che non ne avrebbe più calciati.

In questa stagione la Roma ha beneficiato complessivamente di cinque calci di rigore, ma ne ha trasformati soltanto due. 

 

Prossimo articolo:
Roma-Torino, le pagelle: El Shaarawy entra e incide, muro Nkoulou
Prossimo articolo:
DIRETTA: Inter-Sassuolo LIVE - probabili formazioni
Prossimo articolo:
Udinese-Parma, le formazioni ufficiali: Okaka e Biabiany dal 1'
Prossimo articolo:
Classifica marcatori Serie A 2018/2019
Prossimo articolo:
Serie B, i risultati - Pari del Lecce, vince il Foggia
Chiudi