Caos Serie B, lo sciopero dei calciatori sembra scongiurato: "E' troppo tardi"

Commenti()
Getty Images
Continua il caos intorno alla Serie B: il campionato dovrebbe partire ma le società che chiedono il ripescaggio non demordono.

Sembra non trovare pace il campionato di Serie B . La decisione di bloccare i ripescaggi ha creato una serie di eventi a catena che ha rischiato di far slittare l’inizio del torneo. Rischio non ancora scongiurato del tutto.

Con DAZN avrai oltre 100 match di Serie A in esclusiva e tutta la Serie B IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

Nella giornata di oggi, il presidente dell’ AIC , Damiano Tommasi, ha incontrato di capitani delle compagini del campionato cadetto, più i sei delle squadre di C che puntano al ripescaggio, al fine di provare a fare un punto della situazione.

Tommasi, al termine dell’incontro, ha spiegato: “Abbiamo valutato il tutto e in questi giorni faremo ulteriori approfondimenti con i calciatori. Permane uno stato di agitazione e noi continuiamo a pensare che la cosa più opportuna sarebbe quella di rinviare almeno le prime due giornate di campionato, questo per aspettare il pronunciamento del Collegio di Garanzia ”.

Il nuovo campionato di Serie B dovrebbe iniziare il prossimo 24 agosto, ma non sembrano ancora essere certezze, il tutto mentre una decisione definitiva su un torneo a 19 o 22 squadre dovrebbe arrivare non prima del 7 settembre quando il Presidente del Collegio di Garanzia dello Sport, Franco Frattini, emetterà un ulteriore giudizio.

Secondo quanto riportato da "Repubblica.it", però, al termine della riunione indetta dall'AIC, un calciatore avrebbe svelato: “Noi volevamo scioperare, ma è troppo tardi” , lasciando intendere dunque che il campionato inizierà a 19 squadre. Lo stesso Frattini non ha mai escluso però che 3, se non 5 squadre, possano essere aggiunte in corso d'opera.

Sono Catania, Novara, Ternana, Pro Vercelli, Siena ed Entella le squadre che ambiscono al ripescaggio e proprio l'amministratore delegato del Catania, Pietro Lo Monaco, parlando oggi in conferenza stampa ha usato termini duri.“ Sono accadute cose senza logica, noi come Catania presenteremo un altro ricorso al Tribunale Nazionale Federale. E’ stato presentato un esposto al Governo per rimuovere il commissario Fabbricini e agiremo anche dal punto di vista penale. Tutte le società che puntano al ripescaggio si stanno muovendo, noi ci tuteleremo tutte le sedi perchè si rischia un danno enorme ”.

Lo Monaco ha poi distribuito un documento che la Lega Serie B ha inviato alle società al fine di scongiurare il possibile sciopero.

 

L'articolo prosegue qui sotto

Insomma, la battaglia sarà ancora lunga.

 

Prossimo articolo:
Guida TV: dove vedere tutto il calcio in diretta TV e streaming
Prossimo articolo:
Tabella infortunati, squalificati e diffidati in Serie A
Prossimo articolo:
Calciomercato gennaio, notizie e trattative: Napoli, contatti per Trincao
Prossimo articolo:
Barcellona-Levante 3-0: Dembelè fa doppietta, remuntada blaugrana
Prossimo articolo:
Calciomercato Milan, Piatek caldo: summit Leonardo-Preziosi
Chiudi