Calciomercato, Schick: "La Juventus mi scartò, mi voleva il Borussia Dortmund"

Ultimo aggiornamento
Commenti()
Schick e il mercato: "La Juventus non diede l'ok al trasferimento dopo le visite mediche e andai a Roma, il Dortmund fece un'offerta alla Sampdoria".

Il presente si chiama Roma, ma Patrik Schick si sarebbe dovuto vestire di bianconero. L'attaccante ceco riavvolge il nastro e racconta il mancato passaggio dalla Sampdoria alla Juventus, tra vicende già note e gustosi retroscena.

Con DAZN vedi oltre 100 match di Serie A in esclusiva e tutta la Serie B IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

Lo fa ad 'Hattrick', dove racconta: "La dirigenza della Juventus non ha dato il via libera al trasferimento dopo le visite mediche. Ero indeciso e rimanere alla Sampdoria per un altro anno o accettare l'offerta di altre squadre. Alla fine mi sono trasferito alla Roma".

Sul 'no' di Madama regna il mistero, ma Schick assicura: "Adesso sto bene, è tutto risolto. Anche perché nessun club prenderebbe un giocatore se non fosse al 100%, figuriamoci una grande squadra come la Roma. Ho sostenuto le visite mediche con i giallorossi due mesi dopo, dopo un periodo di tranquillità assoluta. Volevo solo andare in vacanza e rilassarmi: ho seguito una dieta e fatto alcuni esercizi e sono migliorato molto, ottenendo dunque la conferma da parte della Roma".

Eppure, anzichè sbarcare in giallorosso la giovane punta ebbe l'opportunità di finire in Bundesliga: "Quella del Borussia Dortmund era una delle offerte arrivate alla Sampdoria. Volevo restare in Italia: qui mi sono ambientato, ho imparato la lingua, e quindi Roma è stata la mia scelta".

Fin qui, l'avventura nella Capitale di Schick non è stata entusiasmante: "Non ho deciso io il mio prezzo. Sicuramente, è una pressione in più ma che ho superato. So di avere molte responsabilità, ma è giusto che sia così. Sono in un grande club ed è giusto che ci sia questo tipo di pressione, come c'è ovunque. Il momento peggiore è alle spalle, spero che dietro l'angolo mi aspetti il meglio".

Prossimo articolo:
Real Madrid, parla Butragueno: "CR7 è il passato. Conte? No comment"
Prossimo articolo:
Buone notizie per la Roma: Perotti è recuperato, convocabile per l'Udinese
Prossimo articolo:
Sergio Ramos: "I fischi del Bernabéu non erano ingiusti. Lovren? Parla per frustrazione"
Prossimo articolo:
Betis, Joaquin ci spera: "Sogno la nazionale spagnola"
Prossimo articolo:
Argentina, i ruoli in attacco si invertono: Icardi in panchina, Lautaro titolare
Chiudi