Calciomercato Roma, spunta la grana Manolas: rifiutato lo Zenit

Commenti()
Getty
La Roma, che ieri ha piazzato i colpi Karsdorp e Gonalons, deve fare i conti con il ripensamento di Manolas. Questione economica o il Chelsea?

Insieme al Milan, la Roma è il club italiano più attivo sul fronte calciomercato. La dirigenza giallorossa, guidata da un Monchi che sembra avere le idee molto chiare in mente, nella giornata di ieri ha piazzato due colpi. Da una parte l'ufficialità di Rick Karsdorp, dall'altra la quasi chiusura per Maxime Gonalons con un'operazione di ottima fattura: 5 milioni (3 quest'anno e 2 l'anno prossimo) al Lione e 4 anni di contratto a 2,7 milioni al giocatore. Visite mediche fissate per l'inizio della prossima settimana.

A ciò si deve aggiungere che venerdì arriverà anche la firma sul contratto di Lorenzo Pellegrini, che verrà riscattato dal Sassuolo versando nelle casse emiliane 10 milioni di euro. Per il centrocampista è pronto un contratto fino al 2022 a 1,2 milioni a stagione (a salire) ed una clausola rescissoria di 30 milioni.

Aggiustati i reparti di difesa e centrocampo (che potranno essere ulteriormente ritoccati in caso di affari irrinunciabili o qualora vi fossero partenze), la Roma può concentrarsi sul reparto d'attacco. Il vuoto lasciato da Salah va colmato e, per questo, la società si sta guardando intorno.

Come riporta 'Il Corriere dello Sport', ai nomi soliti di Domenico Berardi, Gerard Deulofeu e Hakim Ziyech, si è aggiunto quello di Florian Thauvin, reduce da una grande stagione all'Olympique Marsiglia conclusa con 15 goal in 38 gare in Ligue 1. Quello francese è un profilo che piace, a maggior ragione se si considera che ha una valutazione (circa 12-15 milioni) certamente più accessibile rispetto agli altri obiettivi.

L'articolo prosegue qui sotto

La Roma si muove anche sul fronte cessioni. L'arrivo di Gonalons è la prova che Leandro Paredes ha finalmente accettato il trasferimento allo Zenit San Pietroburgo. Ad attendere l'argentino un contratto di 4 anni, ad attendere la Roma 25 milioni di euro come corrispettivo.

Chi, invece, sembra destinato a tornare a Roma, paradossalmente, è Kostas Manolas. Il greco non ha voluto sostenere le visite mediche. Alla base del dietrofront non tanto le modalità di pagamento (4 milioni di euro e non rubli) quanto l'entità dell'ingaggio. Il difensore ha chiesto 5 milioni a stagione. Richiesta non gradita al club russo, con l'operazione che ha subito un brusco stop.

Non è da escludere che dietro il ripensamento del giocatore non ci sia la corte di Chelsea (con Conte che avrebbe fatto partire una telefonata...) e Manchester United. Possibilità per il momento non riscontrate dalla Roma, che non ha ricevuto alcuna offerta per il suo giocatore. In giornata sono attese novità.

Chiudi