Calciomercato Premier, Ozil verso l'addio: vuole Mourinho e il Manchester United

Commenti()
Getty Images
Ozil è in scadenza nel 2018, l'Arsenal spera di poter raggiungere un accordo: il tedesco però vuole puntare più in alto, Barcellona e United pronti.

Messi, Cristiano Ronaldo, Neymar. Il vuoto, poi il resto dei campioni mondiali, da Hazard a Modric, passando per Lewandowski. Un gruppo sotto gli Dei del calcio di cui faceva parte anche Mesut Ozil: senza trionfi di rilievo con l'Arsenal però, escludendo le FA Cup non proprio considerate fuori dall'Inghilterra, il tedesco non è rimasto in prima pagina.

Acquistato per 53 milioni dall'Arsenal, ha contribuito alle sopracitate FA Cup e all'altrettanto poco invitante Community Shield, ma per il resto non si è rivelato essere un uomo da copertina (anche senza il gossip dietro) in questi ultimi anni. A 29 anni può lasciare Londra ed approdare a Manchester United per tornare a brillare come i primi tempi britannici.

Anche il Barcellona l'ha seguito per diverso tempo, ma il centrocampista tedesco di origine turca è sopratutto nel mirino dei Red Devils di Mourinho: proprio la riunione con il tecnico lusitano attira, e non poco, Ozil, che di fatto conserva ottimi ricordi dai tempi del Real Madrid.

L'Arsenal, sopratutto Wenger, spera ancora di poter proseguire con Ozil come stella del centrocampo, ma dopo aver vinto il Mondiale con la Germania quattro anni fa, il classe 1988 vuole anche vincere qualcosa di importante a livello di club: e il Manchester United è sempre un gradino in avanti, anche se in ricostruzione e non favorito in campionato ed Europa.

L'articolo prosegue qui sotto

Ozil vorrebbe circa 350.000 euro settimanali dall'Arsenal per prolungare il contratto in scadenza il prossimo giugno, mentre l'Arsenal è fermo a 250.000: situazione di stallo e ovvie possibilità di un rinnovo, ma la sensazione è che il giocatore lascerà Londra per una nuova sfida, presumibilmente in Champions League.

Ha perso il posto tra i migliori del Pallone d'Oro, non è tra i giocatori più desiderati del pianeta, ma Ozil rimane, sulla carta, uno dei migliori centrocampisti globali grazie ad una tecnica sopraffina. Lo stesso tedesco ne è consapevole: la sensazione è che sarà decisiva la volontà del numero 10 di tornare a combattere per obiettivi più importanti rispetto a quelli impantanati di casa Arsenal.

 

Chiudi