Calciomercato Napoli: la nuova occasione di Mario Rui, uomo di Sarri

Commenti()
Getty Images
Napoli pronto ad accogliere Mario Rui, acquisto funzionale per il gioco di Sarri: gli azzurri sperano di rivederlo ai livelli di Empoli.

Sarà Mario Rui il secondo acquisto dell'estate del Napoli . L'accordo con la Roma è stato trovato sulla base di circa 10 milioni complessivi, tra base fissa e bonus. Praticamente la stessa cifra versata lo scorso anno nelle casse dell'Empoli nel club giallorosso, nonostante i travagliati ultimi 12 mesi vissuti tra un grave infortunio, il difficile recupero e tanta panchina.

Segno di quanto il Napoli abbia voluto Mario Rui, al punto da convincere lo stesso giocatore a chiedere la cessione in prima persona. Un acquisto che non può non essere passato dall'approvazione di Maurizio Sarri, sempre defilato quando si tratta di indicare nomi ben precisi ("Mi stanno sul ca**o gli allenatori che parlano di calciomercato", disse in una delle sue prime conferenze nel Napoli) ma comunque pronto a dare il suo parere.

E il parere di Sarri su Mario Rui è inevitabilmente positivo. I due anni insieme, ad Empoli, sono quelli che hanno proiettato il terzino portoghese verso un'altra dimensione di carriera. Un percorso di crescita iniziato in Serie B e proseguito in Serie A anche con Giampaolo, bravo a proseguire il lavoro di Sarri nella miglior stagione della storia dei toscani in Serie A.

Mario Rui

L'articolo prosegue qui sotto

La grande occasione, quella che gli aveva offerto la Roma ancor prima del Napoli, Mario Rui se l'è meritata disputando due campionati di altissimo livello con l'Empoli. Dai palloni recuperati ai duelli vinti, dagli assist alle occasioni create, dai dribbling ai passaggi completati: nel biennio 2014-2016 in Serie A l'esterno di Sines ha fatto registrate statistiche al top nel suo ruolo.

Ma c'è un dato in particolare che spiega in modo efficace le ragioni per cui il Napoli ha voluto Mario Rui: nella stagione 2015/16 (la prima di Sarri a Napoli, con Giampaolo all'Empoli) è stato tra i primi cinque difensori per palloni giocati insieme ai quattro della linea difensiva del Napoli. Numeri che raccontano la predisposizione del giocatore allo spartito tattico degli azzurri, fatto di possesso, palleggio, fraseggi.

Il classico acquisto funzionale, che non cambierà volto al Napoli nè sconvolgerà gli equilibri del campionato, ma renderà più completo l'organico a disposizione di Sarri. Uno a cui piacciono i calciatori in grado di recitare a memoria un certo tipo di spartito. Meglio ancora se già noto.

Prossimo articolo:
Liga, risultati e classifica 20ª giornata - Vincono Real Madrid e Atletico Madrid
Prossimo articolo:
Convocati Serie A: 20ª giornata
Prossimo articolo:
Cagliari-Empoli, le pagelle: Zajc scatenato, Joao Pedro sottotono
Prossimo articolo:
Bundesliga, risultati e classifica 18ª giornata - Goretzka fa volare il Bayern, Dortmund ok
Prossimo articolo:
Tabella infortunati, squalificati e diffidati in Serie A
Chiudi