Calciomercato Milan, Fassone avverte: "Senza Champions via 1-2 top player"

Commenti()
Getty Images
L'a.d. del Milan, Marco Fassone, mette le mani avanti: "Senza Champions nessun dramma, ma ci sarà la cessione di 1-2 top player".

Situazione difficile in casa Milan alla luce dei recenti risultati della squadra che non riflettono i programmi ambiziosi della società. L'amministratore delegato Marco Fassone , intervistato in esclusiva dal quotidiano 'La Stampa', ha spiegato cosa succederebbe a fine anno se l'obiettivo della qualificazione alla Champions League, e dunque di un piazzamento fra le prime 4, o della vittoria dell'Europa League, non venisse raggiunto.

"Nessun obbligo di andare in Champions. - ha affermato il dirigente -  La Champions è fondamentale per il nostro progetto: mancarla, però, non blocca i piani . Ritarderemo di un anno e troveremo il sistema di equilibrare la mancata entrata degli introiti Champions con la cessione di uno-due top player ".

La società starebbe valutando anche varie opzioni   sul piano economico-fiscale: "Per quanto riguarda il debito - ha aggiunto l'a.d. rossonero -  abbiamo sul tavolo svariate opzioni che stiamo valutando con attenzione. Diciamo che il fascicolo Milan è su molte scrivanie , per avere un percorso di rientro meno sfidante dell’attuale".

" Questo scetticismo nei confronti della società è anche un po’ fastidioso , - ha sottolineato Fassone - se fossimo in Inghilterra in pochi ci farebbero caso. Io dico solo che la proprietà quest’anno ha fatto un aumento di capitale di 49 milioni e non sono soldi prestati all’AC Milan. E presto ne farà un altro. L’obiettivo è triennale, far crescere i ricavi e poi mettere sul mercato azionario, alla Borsa di Hong Kong, una fetta della società".

Fassone ha quindi spiegato come il club milanese cercherà di incrementare il fatturato: "Normalmente ci sono tre gambe che sostengono un club. - ha detto - I diritti tv, i ricavi dallo stadio e dal merchandising. Noi ne abbiamo una quarta, il lavoro sul territorio cinese . Ora rispetto a luglio è tutto più definito, per il fair play finanziario siamo fiduciosi".

"L'Inter - ha spiegato ancora Fassone - ha un approccio commerciale diverso dal nostro. Noi guadagneremo con merchandising e licensing . La scelta delle scuole è appena partita, se ne sta occupando una newco con sede a Pechino, la AC Milan Beijing Sport development”.

Al momento tuttavia è innegabile che il Milan stia attraversando un momento difficile. "Nessuno aveva pensato che con una squadra così rinnovata non ci sarebbero stati problemi, ma di sicuro siamo indietro rispetto ai programmi. - ha ammesso Fassone - Ci mancano 5-6 punti.  L’obiettivo era tenere a corta gittata il 4° posto per tutto il girone di andata, assestarci e dare la scalata alla zona Champions nel ritorno . Chiaro che i margini di recupero ci sono, ma non possiamo più permetterci di sbagliare ".

Marco Fassone Milan

Ecco perché la sfida contro il Genoa sarà decisiva per le sorti del tecnico rossonero. "Se Montella è a tempo?  Siamo tutti a tempo. Compreso il sottoscritto. - ha ribattuto Fassone -  Inutile ragionare sui se e sui ma, qui dobbiamo lavorare tutti nella stessa direzione per trovare una via di uscita. Manca la scintilla, il goal che fa invertire la rotta. Ma sono convinto che ce la faremo. Il rapporto fra il tecnico e Mirabelli? Non si è strappato niente , siamo tutti dalla stessa parte".

Le altre big, del resto, non fanno sconti: "Al momento meritano di stare là davanti. - ha sostenuto Fassone -  Vanno a una velocità folle. Stiamo facendo una maratona e loro hanno cominciato correndo a 2 minuti e mezzo al chilometro. Avranno tutta questa benzina per arrivare fino in fondo?".

Sul banco degli imputati anche il grande acquisto estivo Leonardo Bonucci , cui è stata consegnata a inizio stagione la fascia di capitano: "Ci sono persone contente quando togli loro delle responsabilità - ha osservato l'a.d. - e altre che invece sono nate per averne. Bonucci appartiene alla seconda categoria. È vero, non sta rendendo per quello che è il suo valore. Ma anche lui sta pagando la situazione generale".

Per tutti, contro il Genoa, arriva il momento della verità: "Spero in una serata tranquilla" , si è augurato Fassone. In caso di mancata vittoria un cambio nella guida tecnica della squadra sarà pressoché inevitabile.

Chiudi