Calciomercato Milan, Elliott stanzia 80 milioni: così Barella è possibile

Commenti()
Getty Images
Il Milan punta a un ruolo di primo piano nel calciomercato estivo: Elliott stanzia 80 milioni per la campagna acquisti, colpo Barella possibile.

Il Milan vuole ricoprire un ruolo di primo piano sul calciomercato estivo per vivere una stagione 2019/2020 da protagonista. In attesa di definire le cariche societarie con gli arrivi di Boban e probabilmente Massara, il presidente del fondo statunitense Elliott, Paul Singer, secondo quanto riporta stamane 'La Gazzetta dello Sport', avrebbe stanziato una somma di ben 80 milioni di euro da spendere nella campagna acquisti, a prescindere da quella che sarà la decisione dell'UEFA sul fairplay finanziario.

Segui Copa America e Coppa d'Africa live e in esclusiva su DAZN

Proprio dalla decisione della proprietà di alzare sensibilmente il budget per gli acquisti sarebbe scaturito l'inserimento dei rossoneri su Nicolò Barella del Cagliari. Il forte centrocampista tratta da alcune settimane con l'Inter, ma ancora non è stata raggiunta un'intesa su cifre ed eventuali contropartite tecniche fra il club nerazzurro e quello isolano.

Nei prossimi giorni è previsto un summit fra l'a.d. dell'Inter, Beppe Marotta, e il presidente rossoblù Tommaso Giulini, per provare a ridurre le distanze. Il Cagliari valuta Barella 50 milioni, l'Inter per ora non va oltre i 30 più alcune contropartite tecniche e per la fumata bianca potrebbe occorrere del tempo.

L'articolo prosegue qui sotto

Proprio quest'ultimo gioca a favore dei rossoneri, che sotto traccia, attraverso Maldini, avrebbero avviato i contatti con il mondo Cagliari. L'idea è quella di pareggiare almeno la proposta economica dei cugini, inserendo nell'affare dei nomi più graditi dalla società sarda: quello del portiere Alessandro Plizzari, reduce dai Mondiali Under 20 con la Nazionale e sostituto ideale di Cragno nel caso in cui quest'ultimo dovesse partire, e dell'uruguayano Diego Laxalt, che andrebbe a coprire il buco dell'esterno mancino nell'organico rossoblù. 

La partita è aperta. L'Inter è sicuramente in vantaggio, perché si è mossa in anticipo e per i suoi rapporti privilegiati con il club isolano, ma il Milan, grazie allo sforzo economico di Elliott e ai soldi che arriveranno dalle cessioni, prova a ribaltare la situazione e sogna di 'scippare' il forte centrocampista ai cugini.

 

Chiudi