Calciomercato Manchester United, Mourinho chiede 140 milioni per Pogba

Commenti()
Getty Images
Raiola avrebbe preso contatto con le big d'Europa per Pogba: il Manchester United non vorrebbe cederlo, ma i due sono ai ferri corti.

Caso Paul Pogba al Manchester United. L'ex giocatore più pagato nella storia del calcio, superato dai vari acquisti dell'estate 2017, non ha disputato certo un biennio da superstar in Premier League e nei prossimi mesi potrebbe realmente cambiare squadra nonostante l'investimento fatto dal club dell'Old Trafford.

Mourinho e Pogba del resto sono ai ferri corti per le decisioni del tecnico e le prestazioni del giocatore: il Manchester United vorrebbe tenerlo, ma secondo il Daily Mail l'ex allenatore dell'Inter avrebbe il prezzo in caso di differenze inconciliabili. 140 milioni per un nuovo trasferimento del francese.

Il Manchester United è preoccupato per la situazione venutasi a creare tra Pogba e Mourinho, sopratutto perchè altri giocatori lasceranno i Red Devils: da Fellaini a Mata, passando per Shaw e Martial, in pochi sono sicuri della riconferma per la prossima stagione.

L'articolo prosegue qui sotto

Secondo il media inglese tra l'altro Raiola avrebbe già preso contatto con le squadre più ricche d'Europa da diversi mesi, così da cautelarsi in caso di rottura definitiva: PSG, Manchester City, Real Madrid, Barcellona e Chelsea alla finestra per acquistare Pogba la prossima estate. E la Juventus? Impossibilitata a spendere tale cifra, nonostante l'interessamento al clamoroso ritorno.

Acquistato per 105 milioni, il Manchester United vorrebbe ricavarne almeno 120 per una sua cessione: secondo le ultime voci i due si sarebbero parlati a malapena, non proprio intenzionati a riappacificarsi. Con Mourinho sempre più infastidito dall'atteggiamento di Pogba.

Pogba non riesce a trovare continuità di rendimento, Mourinho fatica a trovare al giocatore una posizione precisa in campo: tra infortuni e panchine il francese ha completato appena quindici gare in questa stagione di Premier League. Non proprio quello a cui si era abituato in Serie A.

Chiudi