Calciomercato Lazio, Milinkovic-Savic o al Real Madrid o nulla

Commenti()
Getty Images
Più passano le ore, più tutto gioca a sfavore di una partenza del serbo dalla Lazio. Il mercato aperto in Liga fino al 31 agosto aiuterebbe il Real.

Ad oggi, l’unica destinazione ancora possibile per Sergej Milinkovic-Savic è il Real Madrid. Le inglesi sono fuori gioco vista la chiusura anticipata del mercato al 9 agosto e per ora, né il PSG, né il Monaco, con le quali c’era stato un pour parler in quest’estate, sembrano pronte ad un investimento di questo tipo. Probabilmente il Monaco era il club che si era informato con maggiore interesse.

Con DAZN avrai oltre 100 match di Serie A in esclusiva e tutta la Serie B IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

Aveva anche pensato di fare un passo ufficiale nel caso in cui fosse riuscito a vendere Keita a titolo definitivo. Il senegalese però è andato all’Inter soltanto in prestito con diritto di riscatto. La volontà del giocatore ha fatto il resto, perché Milinkovic-Savic, se dovesse lasciare la Lazio, lo farebbe solo per una società di primissimo livello e non per semplici questioni economiche. Vuole guadagnare di più certo, ma vuole anche andare in una squadra capace di lottare per vincere la Champions League.

Sergej Milinkovic-Savic Lazio 2017-18

Una di queste ad esempio poteva essere il Manchester United. Nei giorni in cui Pogba sembrava destinato al Barcellona, gli inglesi erano tornati a parlarne in segreto con la Lazio, attraverso intermediari. Il club di Mourinho sarebbe potuto arrivare, bonus compresi, a 110 milioni di euro, poi però la permanenza del francese ex Juventus non ha permesso ai Red Devils di intavolare una trattativa con Lotito. Quindi quell’offerta non è mai stata formalizzata.

Con il Barcellona non ci sono finora mai stati contatti e questo fa pensare che sia praticamente impossibile intavolare un’eventuale trattativa in quattro giorni. Le italiane, come ha detto Lotito nei giorni scorsi, non hanno le potenzialità economiche per riuscire a chiudere un’operazione del genere anche perché lo stesso presidente della Lazio ha bloccato sul nascere qualunque tentativo di richiesta del giocatore in prestito (seppure ben pagato) con diritto di riscatto.

Igli Tare Claudio Lotito Lazio Serie A

Anche la Juventus avrebbe potuto fare un tentativo soltanto nel caso in cui avesse venduto Pjanic e comunque non ai soldi chiesti dai biancocelesti e cioè 120 milioni di euro. Marotta e Paratici ne avrebbero parlato soltanto intorno ai 70/80 milioni di euro, cifra che Lotito non avrebbe nemmeno lontanamente preso in considerazione.

Resta il Real Madrid, sempre vigile sull’argomento, grazie al lavoro sottotraccia del super-agente Jorge Mendes. In questo caso però tutto dipende dall’eventuale cessione di Modric all’Inter, ormai sempre più difficile considerando che il centrocampista croato è volato a Tallin per giocare la Supercoppa Europea con la maglia delle “Merengues”.

Luka Modric Real Madrid 2018

Nel caso in cui Modric dovesse quindi rimanere a Madrid, l’argomento Milinkovic-Savic non verrebbe nemmeno approfondito da Florentino Perez. In caso contrario, il presidente madridista potrebbe davvero spingere sull’acceleratore in questi ultimi giorni di mercato italiano perché gli spagnoli sono già stati avvisati del fatto che la Lazio venderebbe Milinkovic-Savic soltanto prima della chiusura del mercato della SerieA (17 agosto ore 20:00) e non dopo (in Spagna, come in Francia e Germania chiuderà il 31 agosto).

Per sostituire Kovacic finito al Chelsea, Lopetegui vuole a tutti i costi Thiago Alcantara, ma nel caso in cui dovesse partire anche Modric, il Real dovrebbe prendere non più un solo centrocampista bensì due e in quel caso, la seconda scelta ricadrebbe proprio su Milinkovic-Savic. La Lazio è stata informata da Jorge Mendes di questa possibilità e si è cautelata ottenendo il gradimento di Ramires come possibile sostituto in biancoceleste.

Ramires Jiangsu Suning

Il problema riguarda il fatto che Ramires, avendo un anno e mezzo di contratto con il Jiangsu, dovrebbe svincolarsi con il club cinese controllato da Suning, prima della chiusura del mercato italiano, per potersi poi accordare con più calma dopo il 17 agosto con la Lazio. 

Nessuno però potrebbe dargli la certezza assoluto di un contratto che Lotito e Tare gli farebbero firmare soltanto nel caso in cui MIlinkovic-Savic dovesse andare al Real Madrid. E visto che il tempo stringe, le possibilità che il centrocampista serbo resti biancoceleste, con un corposo ritocco dell’ingaggio, crescono ora dopo ora.

Chiudi