Calciomercato Juventus, Keita sempre più lontano: assalto del Tottenham

Commenti()
Getty Images
Dopo le parole di Marotta, arrivano conferme: Keita è sempre più lontano dalla Juventus, il Tottenham prepara l'assalto alla punta della Lazio.

La Juventus sembra voler abbandonare definitivamente l'idea Keita Balde. Dopo le parole nette dell'a.d. Beppe Marotta, la conferma arriva dal 'Corriere dello Sport', che riferisce che in pole position per il giocatore ispano-senegalese siano balzati a sorpresa gli inglesi del Tottenham.

Il manager degli Spurs, Mauricio Pochettino, secondo quanto scrive il quotidiano romano, vuole un rinforzo in attacco. Sfumato Ryan Sessegnon del Fulham, il primo obiettivo del club londinese per il ruolo di esterno sinistro offensivo sarebbe diventato proprio l'attaccante biancoceleste.

Sulle condizioni per la cessione del giocatore il presidente capitolino Claudio Lotito è stato chiaro: 30 milioni di euro, comprensivi di bonus, o non se ne fa nulla. E il Tottenham sembra voler soddisfare queste richieste, perché gli Spurs nelle prossime ore dovrebbero inviare a Roma un'offerta ufficiale pari proprio a 30 milioni. 

Claudio Lotito Lazio 08132017

Con la Juventus che chiude le porte, gli inglesi balzano dunque in prima fila per Keita: il giocatore non ha mai fatto mistero di sognare l'approdo in Premier League, e le piste che conducono alle 2 milanesi Milan e Inter sono al momento più complesse e difficilmente percorribili.

I rossoneri avrebbero ancora aperto il discorso con la Lazio e l'agente del giocatore, Calenda, ma se potrebbero soddisfare le pretese di Lotito (23-24 milioni più 5-6 di bonus), più difficile resta convincere l'attaccante, che già nei mesi scorsi aveva espresso il suo no, poco convinto dal progetto rossonero. L'Inter, invece, ha fatto una proposta economica molto lontana dalle richieste della Lazio (15 milioni).

Keita intanto è rientrato a Barcellona nel giorno della finale di Supercoppa con la Juve. Inzaghi lo aveva escluso dalla lista dei convocati, lui andò su tutte le furie parlando di "criteri extrasportivi". Non è rientrato a Formello spedendo un certificato medico, rinnovato e prolungato nella giornata di lunedì per ulteriori 7 giorni di copertura sino a domenica.

Lazio è convinta che ne arriverà anche un terzo e che almeno sino al 31 agosto il giocatore non si ripresenterà al centro sportivo, temendo le tensioni ambientali e la contestazione dei tifosi. Nelle prossime ore a sbloccare la situazione potrebbe essere la proposta degli Spurs: Keita potrebbe partire in direzione Londra, diversamente Lotito a partire da settembre lo rimetterà a disposizione di Inzaghi e se il giocatore chiederà la cessione per mobbing non si farà problemi a rispondere intraprendendo azioni legali nei confronti del giocatore.

Chiudi