Notizie Risultati
Serie A

Calciomercato Juventus, Dani Alves blocca Lichtsteiner: niente cessione

08:11 CET 30/11/16
January transfers Stephan Lichtsteiner
L'infortunio di Dani Alves ha cambiato i piani in casa bianconera: avanti con Lichtsteiner fino al termine della stagione, con conseguente ed inevitabile inserimento in lista Champions.

C'è sempre bisogno di Stephan Lichtsteiner. Passano le stagioni, ma la morale rimane sempre la stessa. Il terzino svizzero, approdato alla Juventus nel 2011, continua a rivelarsi un elemento dall'affidabilità garantita e, complice il brutto infortunio rimediato da Dani Alves, la corsia destra dovrebbe tornare di sua competenza con regolarità. Stravolgendo, così, un finale che pareva dei più scontati. Ma che così scontato non è.

Niente saluti a gennaio, nonostante un contratto in scadenza a giugno e le trattative per il rinnovo bloccate. Massimiliano Allegri, in una situazione difensiva associabile alla piena emergenza, ha bisogno come il pane del miglior laterale elvetico, utilizzabile qualora servisse anche nel pacchetto arretrato formato da tre interpreti.

Juventus: da Witsel a Touré, i nomi per gennaio

La professionalità di Lichtsteiner in questi mesi da terza scelta, pur senza proporre contributi da urlo, non è mai mancata; perlopiù con uno squillo rifilato all'Inter, ovvero la società che negli attimi conclusivi della finestra estiva avrebbe voluto portarlo alla Pinetina. Acqua passata.

L'esperto laterale di Adligenswil, a meno di clamorosi colpi di scena, rimarrà nel capoluogo piemontese fino al termine dell'annata calcistica. Dopodiché, a bocce ferme, le parti prenderanno una decisione. La sensazione è che il matrimonio sia giunto a fine ciclo, ma nel calcio tutto si rimescola velocemente e, per l'appunto, lo stop di Dani Alves potrebbe cambiare il quadro generale.

Le parti non vanno oltre. Quello che interessa è l'attualità. E, valutando gli impegni ravvicinati e l'importanza degli stessi, la concentrazione verte principalmente sul rettangolo di gioco. E qui, tirando in ballo i mesi decisivi di una stagione proiettata al massimo sforzo su tutti gli obiettivi, la Juventus non può fare a meno dello svizzero.

La lista Champions verrà rivista. E l'inserimento di Lichtsteiner pare dei più scontati. Da capire, in linea generale, come Allegri voglia riformulare il gruppo che dovrà provare a fare tanta strada in Europa, considerando anche possibili nuovi volti provenienti dalla finestra di riparazione.

Lichtsteiner, taciturno e autore fin qui di sette presenze, è chiamato – ancora una volta – a macinare chilometri su chilometri. La concorrenza, con il brasiliano ai box, si chiama Juan Cuadrado, ma come accaduto a Genova – seppur con scarsi risultati – la convivenza tattica può trovare terreno fertile nei pensieri dell'allenatore livornese.

Protagonista con Antonio Conte, imprescindibile nelle prime due stagioni allegriane, il feeling tra Lichtsteiner e la Juventus è calato ma mai finito. Cuore e polmoni a servizio dei compagni, oltre 200 presenze con la casacca zebrata, campione di continuità e abnegazione.

Quando tutto sembrava propendere per l'addio, ecco l'occasione che non ti aspetti; forzata, e dovuta ad un infortunio, ma pur sempre da sfruttare per non avere rimpianti.