Calciomercato Inter: Pastore sempre più possibile, Joao Mario al PSG?

Commenti()
Gettyimages
Javier Pastore è in cima alla lista degli obiettivi dell'Inter, anche perché c'è il parere favorevole del giocatore. Joao Mario pedina di scambio?

In una via di mezzo tra il serio e l'ironico, Luciano Spalletti al termine della vittoria della sua Inter contro l'Atalanta ha detto: "Ci servono ancora 4-5 giocatori titolari, perché il campionato è lungo e abbiamo bisogno di tutti i giocatori. Fino ad ora ho puntato sempre sugli stessi uomini perché era giusto dare autostima a qualcuno, facendo sentire titolare imprescindibile".

Parole che nascondono una profonda verità. Spalletti ha "forzato" molte scelte, confermandole ad ogni giornata, ma è evidente che alla squadra manchi qualche giocatore di spessore in alcune zone di campo. Ad esempio Borja Valero trequarista, alla sua età, con quel lavoro di pressing alto, potrebbe non reggere fino al termine della stagione dovendo giocare ogni partita. Ma un trequartista d ruolo, di fatt, non esiste all'Inter.

Proprio per questo il primo nome sulla lista dei nerazzurri per il mercato invernale è quello di Javier Pastore. Il fantasista del PSG ha giocato le ultime due partite di Ligue 1, segnando anche un goal, ma fino ad ora è stato chiuso e relegato in panchina dalle scelte di Emery, che con quella formazione in attacco può vantare di gente come Neymar, Mbappé, Di Maria, Draxler e via dicendo.

Proprio per questo, nell'anno del Mondiale, Javier Pastore ha voglia di cambiare aria per poter giocare con continuità. Come vi abbiamo raccontato sabato sera, ha dichiarato di avere una forte preferenza per l'Italia, nel caso lasciasse il PSG, e l'Inter è al momento la candidata principale.

Come riporta il 'Corriere dello Sport', grande merito è anche di Water Sabatini, che lo ha portato in Italia ai tempi del Palermo e che adesso si sente con lui spesso. Sta facendo pressing per conto dell'Inter e la trattativa sembra vantaggiosa per entrambe le squadre, soprattutto se dovesse essere inserito Joao Mario.

Il portoghese vive un po' la stessa situazione di Pastore: sta giocando poco, entra in campo svogliato e nelle ultime settimane anche il suo linguaggio del corpo non mente. Una nuova esperienza forse potrebbe rivitalizzarlo in vista del Mondiale. Tuttavia, però, ancora siamo soltanto all'inizio della trattativa. D'altronde manca un mese e mezzo all'apertura del mercato.

Prossimo articolo:
Tonali, messaggio al Milan: "Mi piacerebbe essere allenato da Gattuso"
Prossimo articolo:
Calciomercato gennaio, notizie e trattative: Newcastle su Barreca
Prossimo articolo:
Coppa d'Asia 2019: calendario, risultati e dove vedere le gare in tv e streaming
Prossimo articolo:
Milan, Biglia scalpita: "Rientro? Forse contro la Roma"
Prossimo articolo:
Tabella infortunati, squalificati e diffidati in Serie A
Chiudi