Calciomercato Inter, Ausilio: "Perisic come un colpo, alte le richieste di Mustafi"

Commenti()
Getty Images
Piero Ausilio spiega il calciomercato dell'Inter: "Presi i giocatori giusti per il progetto, piaceva l'idea di investire su giovani come Karamoh".

Si è chiusa con il colpo Karamoh la sessione di calciomercato estiva dell’Inter. Il club nerazzurro è stato tra i più attivi in assoluto, assicurandosi rinforzi importanti del calibro di Skriniar, Borja Valero, Vecino, Dalbert e Cancelo.

A fare un resoconto del lavoro portato avanti dai meneghini è stato Piero Ausilio che, parlando della linea che ha guidato il mercato dell’Inter, ha spiegato: “I bilanci non si fanno ora ma a fine campionato. Noi siamo convinti di aver preso dei giocatori giusti per il nostro progetto. In tanti sono arrivati e molti sono andati via, abbiamo una rosa molto omogenea”.

L’Inter ha deciso di mettere a disposizione di Spalletti anche dei giovani di qualità: “Ci piaceva l’idea di investire su giovani talenti come Karamoh, abbiamo fatto cose compatibili con il nostro progetto. Anche Skriniar è un giovane interessante che sin qui ha fatto bene”.

Quello di Perisic è stato per settimane uno dei nomi più caldi del mercato: “Per noi lui è una certezza e riuscire a trattenerlo equivale ad un grande acquisto”.

L’unico neo forse, quello di non essere riusciti a prendere un altro centrale: “Quando abbiamo capito che alcuni obiettivi non erano raggiungibili abbiamo deciso di togliere Ranocchia dal mercato, nonostante avesse richieste da Inghiletta e Russia. Abbiamo lui, Miranda, Skriniar, D’Ambrosio e Venheusden, siamo coperti. Mustafi? La trattativa era impostata ma le sue richieste non ci hanno permesso di andare avanti. Aveva l’intesa con il suo club ma abbiamo preferito mollare”.

 

Chiudi