Calciomercato Everton, ecco il colpo amarcord: ufficiale il ritorno di Rooney

Commenti()
Gran colpo dell'Everton, che ha ufficializzato il ritorno di Wayne Rooney dal Manchester United: l'attaccante ha firmato per 2 stagioni.

Adesso è ufficiale: dopo 13 anni Wayne Rooney lascia il Manchester United per far ritorno all’Everton.

La notizia era nell’aria già da qualche giorno ormai, adesso però a confermare il buon esito della trattativa è un comunicato apparso sul sito dei Toffees: “L’Everton può confermare che Wayne Rooney si unisce nuovamente al nostro Club dopo l’esperienza al Manchester United. L’accordo è per le prossime due stagioni”.

Rooney si è detto entusiasta di questo ritorno alle origini: “Vincere trofei con l’Everton rappresenterebbe l’apice. Sento davvero che il Club si sta muovendo nella giusta direzione prendendo giocatori importanti. Io voglio essere parte di tutto questo ed avere successo con questa squadra. Provo una grande sensazione nel tornare, sono eccitato e non vedo l’ora di incontrare gli altri ragazzi. Sono felicissimo, sono impaziente di tornare in campo. Sono in con club che vuole vincere e stiamo facendo enormi passi in avanti”.

Il campione inglese non ha mai avuto dubbi sulla sua scelta: “Ho sempre detto che se avessi lasciato il Manchester United sarei andato solo all’Everton. Non avrei giocato per un’altra squadra di Premier League. Ho mantenuto la mia parola ed anche al mio agente avevo spiegato che volevo solo tornare qui”.

Anche il tecnico dell’Everton, Ronaldo Koeman, non ha nascosto la sua soddisfazione: “Wayne mi ha dimostrato di avere quell’ambizione e quella mentalità delle quali abbiamo bisogno. Sa come si vince e sono felicissimo che abbia deciso di tornare qui. Lui adora l’Everton, voleva fortemente tornare a casa. Ha ancora 31 anni e non ho dubbi sulle sue qualità. E’ fantastico che sia qui con noi”.

Rooney, è approdato per la prima volta all’Everton, la squadra del suo cuore, da bambino nel 1996 e, dopo aver completato la trafila nel settore giovanile, a 16 anni ha esordito in Premier League rivelandosi fin da subito uno dei più grandi prospetti del calcio mondiale.

Nel 2004 il trasferimento al Manchester United, club con il quale ha vinto cinque campionati, quattro Coppe di Lega, sei Community Shield, una Coppa d’Inghilterra, una Champions League, un Mondiale per Club ed una Europa League, consacrandosi come il miglior marcatore della storia dei Red Devils (253 reti).

 

Chiudi