Calciomercato Cagliari, chi è Lykogiannis: un 'Kolarov greco' a sinistra

Commenti()
Getty Images
Visite mediche per Lykogiannis, nuovo acquisto del Cagliari: sinistro potente, abile nelle punizioni, pronto a spiccare il volo.

Castan in difesa, Ceter in attacco. Charalmpos Lykogiannis sulla fascia sinistra. E' sbarcato a Cagliari , accolto da media e tifosi, l'esterno greco su cui la società rossoblù punta tantissimo: "Sono felice" di ordinanza all'aeroporto prima di conoscere i compagni, la città, la Sardegna Arena, e prima di essere ufficializzato. Ora tocca a noi conoscere lui.


LA CARRIERA


Nato a Il Pireo nel 1993, comune vicino ad Atene conosciuto per la presenza dello stadio dell'Olympiacos, Lykogiannis ha iniziato proprio con il colosso del campionato greco. Nelle giovanili dei biancorossi fino al 2011, ha poi avuto poche opportunità in prima squadra, finendo per essere ceduto, dopo appena dieci presenze, al Levadeiakos.

Dopo il prestito di un anno, Lykogiannis è tornato al club d'origine, per poi essere immediatamente girato all'Ergotelis nel 2014. Stagione senza infamia né lode e Olympiakos indeciso sul futuro: alla fine la società campione di Grecia da diverse stagioni punta per la cessione in Austria, allo Sturm Graz.

A Graz l'esterno greco cresce notevolmente, diventando uno dei migliori esterni del campionto austriaco: assist, goal, e primi interessi da parte dei campionati top d'Europa. Alla fine a spuntarla è il Cagliari, deciso a puntare sui giovani e non più solo sull'usato sicuro (neanche tanto, vedi Van der Wiel).

Lykogiannis PS


UN KOLAROV GRECO


Sinistro al fulmicotone, abilità nelle punizioni, potente e abile nel gioco aereo: Lykogiannis sembra un giovane Kolarov. I tifosi dello Sturm Graz hanno dovuto guardare in faccia alla realtà, visto il contratto in scadenza nel 2018 e il desiderio di fare il salto di qualità: ma difficilmente dimenticheranno uno come lui. Uno di quelli che carica il tifo e viene caricato da esso.

1.86 di altezza per circa 79 kg, Lykogiannis è un esterno prettamente offensivo: nel 3-5-1-1 del Cagliari, insomma, si dovrebbe trovare perfettamente. E' meno abile quando deve difendere, ma nel campionato italiano può, e deve, migliorare anche questo aspetto per completarsi.

Nel campionato austriaco di questa stagione ha messo a segno due reti e fornito un assist, dimostrando la sua abilità sopratutto nei cross. Il rovescio della medaglia sono i passaggi nello stretto, che sembrano essere il punto debole del classe '93.


RIVOLUZIONE A SINISTRA


Se Lykogiannis si dimostrerà immediatamente pronto per il campionato di Serie A, Lopez punterà fortemente su di lui come titolare della fascia sinistra. Per ora rimane il vice-Padoin, ma l'idea del tecnico cagliaritano è quello di riportare l'ex juventino a destra.

Con l'arrivo di Lykogiannis dovrebbe partire Van der Wiel, che ha decisamente deluso le aspettative di Giulini, mentre Miangue potrebbe essere ceduto in Serie B in prestito: difficilmente però partiranno entrambi, considerando il punto interrogativo sopra la testa del nuovo arrivato.

Fino ad ora confrontatosi solo con il campionato greco e quello austriaco, non proprio l'elite europea. A livello internazionale ha debuttato con la nazionale greca lo scorso settembre: ci sa fare, ma ora deve dimostrarlo a livelli più alti.

Prossimo articolo:
Calendario Serie C Girone C 2018/2019
Prossimo articolo:
Calciomercato Lazio, Wesley il rinforzo in attacco: arriverà a giugno per 20 milioni
Prossimo articolo:
Lee a DAZN: "Il Verona andrà in A, sogno di tornare al Barcellona"
Prossimo articolo:
10 years challenge: il Borussia Dortmund si fa beffe del Lipsia
Prossimo articolo:
Calendario Serie A, girone di ritorno: le partite di Sky e DAZN
Chiudi