Calciomercato Bayern Monaco, Rodrigo per 70 milioni: può pagare la clausola

RODRIGO Atletico Madrid
Getty Images
Il Bayern sarebbe favorito su City, United e PSG: tutte vogliono pagare la clausola ed acquistare il giovane centrocampista dell'Atletico.

Giovane, duttile, non proprio blindato da una clusola impossibile. Rodrigo, centrocampista 22enne dell'Atletico Madrid, è uno dei grandi obiettivi delle grandissime d'Europa per la prossima estate. Tutte a caccia di un mediano capace di essere utilizzato in svariate posizioni spendendo una cifra chiara, senza la minima possibilità di aste folli.

Con DAZN segui in esclusiva la Liga IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

Perchè sì, i 70 milioni di clausola a cui è legato Rodrigo sono tanti, ma non nel calciomercato del 2019. Il Bayern Monaco del resto ne ha appena speso 80 per il compagno di squadra Hernandez e la cifra per un giocatore nato dal 1995 in poi rimane principalmente questa.

Ecco perchè Bayern Monaco, Manchester City, Manchester United e PSG, secondo quanto riporta Marca, sarebbero ben disposte ad aprire largamente il portafoglio per assicurarsi un giocatore già pronto ai grandi palcoscenici, desideroso di essere protagonista in Champions League per un decennio.

E' sopratutto il Bayern Monaco a puntare su Rodrigo, forte dell'accordo già raggiungo con l'Atletico per Hernandez. La società bavarese avrebbe una corsia preferenziale per portare il classe 1996 a Monaco di Baviera, magari riuscendo anche a trattare per cifre inferiori visti gli 80 milioni già sicuri di finire nelle casse Colchoneros.

Già stabilmente nel giro della Nazionale spagnola, titolare all'interno del centrocampo di Simeone, Rodrigo ha un contratto con l'Atletico Madrid fino al 2023. Starà a lui decidere il futuro della propria carriera nelle prossime settimane: la delusione di Champions e la mancata e vera lotta per il titolo in Liga, potrebbe influire.

Simeone spera di poterlo convincere a rimanere, ma l'attuale, alla fin fine deludente stagione dell'Atletico, può portare a diversi addii. Sopratutto se alcuni dei giovani big hanno clausole oramai pagabili senza problemi dalle ricchissime squadre di Premier, Bundesliga e Ligue 1.

 

Chiudi