Calciomercato Atalanta, ufficiale l'arrivo di Duvan Zapata in prestito biennale

Commenti()
L'Atalanta ha perfezionato l'arrivo di Duvan Zapata in prestito biennale con diritto di riscatto dalla Sampdoria.

Colpo in attacco dell'Atalanta, che prende dalla Sampdoria Duvan Zapata, con un esborso che ne fa l'operazione di mercato più onerosa della storia orobica, con i suoi 24 milioni totali. Superati infatti i 30 miliardi di lire versati al Milan per Gianni Comandini nel 2001 anche i 14 milioni di euro pagati un anno fa al Middlesbrough per De Roon, record dell’era Percassi.

Un nuovo modo di vedere la Serie A e la Serie B: scopri l’offerta!

Ecco la nota con cui il club blucerchiato ha ufficializzato la cessione dell'attaccante colombiano: "L’U.C. Sampdoria comunica di aver ceduto a titolo temporaneo biennale con diritto di opzione all’Atalanta B.C. i diritti alle prestazioni sportive del calciatore Duván Esteban Zapata.

All’attaccante colombiano – 32 presenze e 11 gol nella sua esperienza da blucerchiato – va un sincero ringraziamento per l’impegno dimostrato nella scorsa stagione e il più grande in bocca al lupo da parte del presidente Massimo Ferrero e di tutta la società per il prosieguo della carriera".

L'affare è strutturato dunque come un prestito biennale da 10 milioni subito più 2 l’anno prossimo, con riscatto nel 2020 fissato a 12 milioni. E data l'onerosità del prestito, è davvero difficile che il trasferimento non diventi a titolo definitivo.

Molto alto per gli standard dell'Atalanta dovrebbe essere anche l'ingaggio di Zapata, intorno al milione e mezzo all'anno più bonus, che lo fanno diventare il secondo giocatore più pagato della rosa nerazzurra, subito dopo il Papu Gomez.

Zapata, classe '91, dopo aver già vestito le maglie di Napoli, Udinese e Sampdoria quindi resta in Serie A per indossare quella dell'Atalanta. Nell'ultima stagione il colombiano ha collezionato 32 presenze tra campionato e Coppa Italia segnando 11 goal ma regalando anche 6 assist ai compagni. Ora per lui una nuova avventura.

Prossimo articolo:
Guida TV: dove vedere tutto il calcio in diretta TV e streaming
Prossimo articolo:
Milan, la difesa fa acqua: in campionato subisce sempre goal da aprile
Prossimo articolo:
Tabella infortunati, squalificati e diffidati in Serie A
Prossimo articolo:
Milan ko nel Derby, Gattuso: "L'Inter ha meritato di più ai punti"
Prossimo articolo:
Classifica assist Serie A 2018/2019
Chiudi