Calciomercato Atalanta, Rigoni al River Plate? Serve l'ok della FIFA

Commenti()
Getty
Il River Plate vuole riportare in Argentina Emiliano Rigoni. Da superare la norma FIFA sui trasferimenti: ha già giocato per Zenit e Atalanta.

Un avvio di stagione da protagonista e poi la frenata. L'arrivo di Emiliano Rigoni all'Atalanta in estate sembrava aver regalato ai tifosi bergamaschi un nuovo gioiello da ammirare. Due goal contro la Roma alla seconda giornata di Serie A, seguiti poi dalla rete a San Siro contro il Milan alla quinta.

Attiva il tuo mese gratis e guarda Frosinone-Atalanta su DAZN domenica 20 gennaio alle 12.30

Un bel modo di presentarsi al calcio italiano, prima di incorrere in una flessione che potrebbe portarlo però a lasciare inaspettatamente i nerazzurri molto presto. Il poco spazio garantitogli da Gian Piero Gasperini nelle utlime giornate potrebbe infatti avvicinare un ritorno in Argentina per Rigoni.

Il club interessato è il River Plate, fresco campione della Copa Libertadores più discussa della storia. I Millonarios vorrebbero riportare l'ex Belgrano e Independiente in Argentina per la terza volta in carriera. L'affare potrebbe però rivelarsi impossibile, dato che una norma FIFA vieta a un giocatore di indossare tre maglie diverse nella stessa stagione.

Prima di approdare all'Atalanta, Rigoni quest'anno ha infatti disputato una partita ufficiale con lo Zenit di San Pietroburgo. 28 minuti che gli vieterebbero di firmare per un terzo club fino al prossimo giugno.

Secondo quanto riportato da 'Sky Sport', il presidente del River Plate, Rodolfo D'Onofrio, starebbe però tentando di trovare un accordo con la FIFA, facendo leva sul fatto che Rigoni andrebbe a giocare in una squadra appartenente a un'altra federazione.

Un escamotage che, se dovesse funzionare, permetterebbe agli argentini di prelevare formalmente il giocatore in prestito dallo Zenit, liberandolo così dall'Atalanta.

 

Chiudi