Buone notizie per Conte: contro l'Azerbaigian Verratti si è consacrato quale 'nuovo Pirlo'

Commenti()
Getty Images
L'Italia ha battuto l'Azerbaigian e conquistato così la qualificazione agli Europei del 2016. La nota positiva è anche la consacrazione di Verratti quale sostituto ideale di Pirlo.

Missione compiuta: l' Italia non ha fallito il primo match point per conquistare la qualificazione agli Europei del 2016. A Baku, contro l' Azerbaigian ha portato a casa la vittoria per 2-1, trascinata da un impeccabile Marco Verratti , che in cabina di regia non ha fatto rimpiangere Pirlo, anzi ha confermato essere il giocatore più adatto a rimpiazzare il campionissimo oggi emigrato in MLS.

Una partita da incorniciare per Verratti, che però dal canto suo si schermisce e non vuol pensare di essere lui il 'nuovo Pirlo'... " Non c'era nessuna squadra da prendere in mano - ha affermato il centrocampista del PSG - e non c'è nessuna eredità da raccogliere: Pirlo è qui, è il giocatore più importante di questo gruppo, un valore aggiunto da sfruttare fino in fondo. E io lo sfrutto: ci parlo tanto e mi aiuta anche senza parlare, mi basta guardarlo in campo ".

L'infortunio muscolare che ha messo fuorigioco Pirlo per la gara di Baku ha permesso a Conte di affidare a Verratti tutta la responsabilità della regia del gioco azzurro a Verratti, non più un comprimario al fianco del 'genio' o rimpiazzo da far subentrare durante la gara per dargli riposo. Ieri è stato lui ad avere in mano il pallino del gioco e dover guidare i compagni sulla giusta via della vittoria.

La responsabilità non è affatto pesata sulle spalle di Verratti, calciatore ormai abituato col PSG ai grandi palcoscenici europei, ed ha svolto il compito come meglio non avrebbe potuto, confermando che è effettivamente lui l'uomo su cui Conte e la Nazionale possono contare per non far rimpiangere in campo un campionissimo come Pirlo, quando questi sarà assente per infortunio, come questa volta, o quando, e non mancherà poi tanto, darà l'addio alla maglia azzurra.

>

Chiudi