Notizie Risultati Live
Serie A

Buffon: "Su De Ligt la nuvola di Fantozzi, tra due mesi la Juventus di Sarri"

07:56 CET 28/10/19
Gianluigi Buffon - Juventus
Buffon difende De Ligt e sul pareggio di Lecce è chiaro: "Risultato che dobbiamo accettare, abbiamo abituato troppo bene tutti".

Secondo pareggio in nove partite per la Juventus che però resta al primo posto in classifica, in virtù del 2-2 maturato contro il Parma dell'Inter che non ha approfittato dello stop bianconero per il sorpasso.

Con DAZN segui la Serie A TIM con 3 gare ogni giornata IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND 

Intervenuto ai microfoni di 'Tiki Taka', Gianluigi Buffon ha parlato dell'infortunio di capitan Giorgio Chiellini, considerato al pari di Cristiano Ronaldo per l'importanza del suo ruolo all'interno della squadra.

"Il problema di Chiellini ha un'incidenza importante sulla nostra squadra, nella Juventus ha praticamente lo stesso peso di Cristiano Ronaldo. De Ligt? Lo stop di Giorgio ha accelerato il suo inserimento in squadra, magari questo ci permetterà di avere un giocatore pronto in primavera. Sembra che abbia la nuvola di Fantozzi sulla testa".

Per vedere definitivamente la vera Juventus di Maurizio Sarri bisognerà aspettare ancora un po' di tempo.

"Si comincia ad intravedere qualcosa di diverso, rispetto al passato giochiamo con più verticalità e una fitta ragnatela di scambi: questo ci differenzia sia da Allegri che da Conte. La Juventus di Sarri credo che la vedremo tra due mesi, anche perché siamo senza Douglas Costa e Ramsey sui quali il mister puntava molto".

Il pari di Lecce non sembra preoccupare particolarmente Buffon.

"Ogni tanto si può pareggiare, è bello anche così. Le squadre forti se non vincono sono oggetto di polemiche ma esistono anche gli avversari e nel calcio i risultati a disposizione sono tre. Bisogna accettare i pareggi, abbiamo giocato una bella gara e abituato troppo bene tutti".

L'Inter di Conte e il Napoli di Ancelotti sono le rivali più accreditate per la lotta Scudetto.

"L'Inter la rispetto, credo che sia l'avversaria numero uno. Magari potrebbe perdere qualche colpo con l'impegno della Champions ma dobbiamo avere le antenne dritte perché conosco bene la mentalità inculcata da Conte, capace di miracoli sportivi. Siamo alla nona giornata e il Napoli è in corsa, anche se un'occasione come quella con la SPAL doveva coglierla per mettere pressione a noi e all'Inter. A parte l'Atalanta, chi ha giocato in Champions ha pareggiato".