Bolt in Nazionale? C'è l'apertura: "Monitoriamo i suoi progressi"

Commenti()
Usain Bolt Central Coast Mariners
Getty
Il presidente della Jamaica Football Federation, Michael Ricketts, apre ad un futuro di Bolt in Nazionale: “Attirerebbe molti appassionati”.

Il sogno di Usain Bolt di diventare un calciatore di buon livello non si è ancora del tutto concretizzato, per il primatista mondiale dei 100 e 200 metri e leggenda dell’atletica, c’è già chi parla di una possibile convocazione in Nazionale.

Con DAZN avrai oltre 100 match di Serie A in esclusiva e tutta la Serie B IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

Dopo aver rifiutato l’offerta del Valletta FC e in attesa di trovare un possibile accordo con il Central Coast Marines, squadra australiana con la quale si è allenato nelle scorse settimane segnando anche un goal in amichevole, l’ex velocista è entrato nel mirino della Federazione calcistica giamaicana.

L'articolo prosegue qui sotto

Il presidente della Jamaica Football Federation, Michael Ricketts, parlando a ESPN, ha spiegato: “Sono un po’ deluso perchè Bolt non ha firmato per una squadra giamaicana, questo ci avrebbe dato la possibilità di osservarlo da vicino. Stiamo comunque monitorando i suoi progressi e se si dimostrerà abbastanza bravo allora verrà convocato. Sarà l’allenatore a prendere una decisione, ma a noi piacerebbe vederlo in una partita ufficiale”.

L’approdo di Bolt in Nazionale andrebbe oltre il semplice aspetto tecnico: “C’è la speranza perchè Bolt attirerebbe molti tifosi. Vederlo con la maglia della Giamaica porterebbe tante persone a vedere le nostre partite”.

Secondo Ricketts, a Bolt potrebbe bastare poco per diventare un buon calciatore: “Lui ha una velocità speciale e se riuscirà ad aggiungere ad essere un po’ di abilità e talento potrebbe entrare a far parte della squadra giamaicana. I giocatori sarebbero felici di accoglierlo, ho già parlato con alcuni di loro. Se riuscirà in questo passaggio da velocista a giocatore, certamente lo convocheremo. Ora stiamo giocando la Nations League, ma poi ci sarà la Gold Cup. Speriamo per allora di aver avuto la possibilità di vederlo in campo, in modo da prendere una decisione a riguardo”.

Chiudi