Bologna-Napoli 1-7: Hamsik e Mertens show, la Roma è sorpassata

Commenti()
Il Napoli vola al 2° posto guidato da Hamsik e Mertens. In goal anche Insigne e Torosidis. Errore dal dischetto per Destro. Callejon e Masina espulsi.

Con un perentorio 6-1 il Napoli liquida il Bologna e si porta momentaneamente al 2° posto, in attesa del risultato della Roma. Protagonisti della serata Hamsik e Mertens, autori entrambi di una tripletta. In goal anche Insigne. La rete di Torosidis vale solo per le statistiche, dopo l'errore dal dischetto di Destro. Espulsi Callejon e Masina.

RIZZO NEL TRIDENTE - Donadoni presenta al centro della difesa Oikonomu in coppia con Maietta, con Masina e Torosidis,  in luogo dello squalificato di Krafth, nel ruolo di terzino. Le chiavi del centrocampo sono affidate a Pulgar, vista la squalifica di Viviani. Rizzo viene preferito a Di Francesco e Verdi nel tridente con Destro e Krejci.

Sarri preferisce non gettare subito nella mischa il rientrante Koulibaly: c'è Maksimovic al fianco di Albiol. Diawara giostra in cabina di regia, coadiuvato da Zielinski e Hamsik. E' ancora Mertens ad agire da prima punta, con Callejon e Insigne ai lati.

TUTTO IN 6' - Il Napoli ci impiega meno di 10' ad archiviare Palermo e prendersi il puntuale riscatto. Sul perfetto cross dalla destra di Callejon, Hamsik in volo d'angelo inzucca mandando la palla alle spalle di Mirante. Quindi è Insigne a non fallire a tu per tu con lo stesso portiere avversario sul perfetto corridoio di Zielinski. Gara finita? Neanche per sogno. Callejon, infatti, decide di contrastare Destro colpendo la palla con la mano, obbligando l'arbitro ad indicare il dischetto del rigore. Sul punto di battuta si presenta Destro, la cui conclusione viene neutralizzata facilmente da Reina.

L'articolo prosegue qui sotto

FOLLIA CALLEJON - Gli 'Azzurri' recepiscono il messaggio e riniziano a macinare calcio. Ma Callejon perde la testa e, dopo aver scalciato Nagy, si guadagna anzitempo gli spogliatoi per espulsione diretta. Inferiorità numerica che dura poco, visto che Masina decide di abbattere Mertens al limite dell'area di rigore dà ultimo uomo. Forse l'espulsione è un po' generosa. Calcio piazzato che Mertens sfrutta a dovere battezzando l'angolino di Mirante, che ingenuamente si fa trovare impreparato.

SI SCATENA MERTENS - Il Bologna compie il massimo sforzo per restare in partita ed i suoi sforzi vengono premiati quando Torosidis gonfia la rete facendosi trovare pronto sulla corta respinta di Reina sulla voleè di Krejci. A ridosso del recupero, però, il Napoli trova la rete della tranquillità sull'asse Zielinski-Mertens, con il belga che deposita facilmente la sfera nella porta sguarnita dopo aver saltato con facilità Mirante.

VIA ALLE TRIPLETTE - La ripresa viene agevolmente amministrata dal Napoli, che difende il vantaggio ed agisce di ripartenza. Sugli scudi sempre Mertens ed Hamsik, che graziano la porta di casa per imprecisione. Ma l'appuntamento con la tripletta è solo rimandato. Il centrocampista slovacco tira fuori dal cilindro una doppia conclusione nel giro di pochi minuti, sulle quali Mirante nulla può. Nel finale il belga raggiunge a quota 3 il compagno di squadra con un guizzo imprendibile. L'arbitro non concede neanche un minuto di recupero.

Chiudi