Boca Juniors, riecco Tevez: "Farò parlare il campo, sogno Libertadores e Mondiale"

Commenti()
Tevez di nuovo al Boca: "E' come se non me ne fossi mai andato. Adesso dovrò far parlare il campo. Sogno la Libertadores".

Carlos Tevez è finalmente tornato a casa. Dopo la fallimentare esperienza in Cina con la maglia dello Shangai Shenhua, l'argentino ha firmato un contratto di due anni con il Boca Juniors e concluderà così tra le mura amiche la propria carriera.

Queste le sue prime parole alla presentazione ufficiale. "Torni perchè vuoi vincere la Copa Libertadores, come tutti i tifosi. Mi resta poco da giocare nel calcio e voglio godermelo. Lasciamo stare il fatto che me ne sono andato e sono tornato, guardiamo al futuro. Voglio godermi questi ultimi due anni da calciatore con la maglia del Boca. Dal punto di vista sentimentale è come se non me ne fossi mai andato".

Per fortuna l'affetto della gente nei suoi confronti è rimasto immutato. "Deciderà l'allenatore se devo giocare o meno, fisicamente comunque sto molto bene perchè mi stavo già allenando. Le persone mi trattano come sempre, mi fermano per strada per chiedermo un autografo o una foto e mi mostrano sempre grande affetto. Questo amore che sento attorno a me mi dà molta forza".

Col ritorno a casa spera di poter recuperare quell'adrenalina che sente di aver un po' perso. "Non devo dire nulla, devo far parlare solo il campo. Devo dimostrare alla gente che il mio impegno per il club sarà sempre lo stesso, massimo. Ho perso un po' di adrenalina, quella che devi sentire prima di scendere in campo ogni partita. Tra le cose che mi sono mancate di più c'è sicuramente quella sensazione che si prova ogni volta nel tunnel prima di accedere alla Bombonera".

E spera anche di poter essere preso in considerazione per il Mondiale di Russia 2018: "Per un giocatore della mia età sarebbe molto bello poter giocare ancora una volta la Coppa del Mondo. Se uno fa le cose per bene in campo...".

Chiudi