Biglia sprona la Lazio: "Con la Juventus concentrati per 120 minuti"

Commenti()
Il capitano della Lazio Biglia sprona la sua squadra a una gara molto determinata contro la Juventus nella finale di Coppa Italia.

La finale di Coppa Italia contro la Juventus potrebbe regalare il primo trofeo italiano al capitano della Lazio , Lucas Biglia . Il centrocampista argentino ha parlato in conferenza stampa con i giornalisti alla vigilia dell'attesa sfida contro i bianconeri.

" La stagione non è iniziata bene, con poi il cambio di allenatore - ha affermato Biglia - Mister Inzaghi ha però messo le cose a posto e con umiltà e tanto lavoro siamo arrivati a questa partita. All'inizio la finale era una cosa lontana, ma adesso conta solo il risultato di domani, perché ci si ricorda sempre solo di chi vince. Veniamo da una sconfitta con la Fiorentina che ci ha fatto male perchè vogliamo tenere il quarto posto ".

La Lazio è ormai da tanto tempo che non riesce a vincere con la Juventus... " Le ultime quattro le ho perse e a volte non sono pensieri positivi - ha detto - Mi vengono in mente ricordi brutti, ma questa è una nuova opportunità e ho tanta voglia di far bene. Sarà la prima finale di Coppa Italia che giocherò, perché nell'altra ero infortunato. Dovremo cambiare l'approccio, l'ultima volta abbiamo fatto una brutta figura. Dobbiamo ricordare la partita dell'Olimpico ed essere concentrati 120 minuti ".

A Biglia il compito, da capitano, di spronare i compagni... " C'è un po' di nervosismo - ha spiegato il centrocampista biancoceleste - Non è una partita facile, giochiamo contro l'unica squadra in corsa ancora su tre fronti. Non sarà facile, ma dobbiamo credere in noi. Siamo arrabbiati anche noi dell'ultima partita e abbiamo voglia di conquistare il trofeo ".

Per la Lazio servirà una gara di grande concentrazione... "Servirà tutto, cuore, intelligenza, determinazione. Tante cose - ha spiegato ancora Biglia - Stiamo lavorando bene, dobbiamo essere sereni, abbiamo fatto un bel percorso, domani sarà una partita secca. Dobbiamo dare tutto quello che abbiamo dentro".

Quali le differenze fra la Lazio e la Juventus? "Ognuno ha punti deboli da migliorare - ha detto il capitano biancoceleste - La Juve è una squadra da seguire, una delle più forti d'Europa. Ha tanti campioni, gente che ha vinto tanto. Noi stiamo lavorando sui nostri punti forti e deboli, sulla carta non siamo favoriti ma dobbiamo crederci. Rompere il ghiaccio con la Juve? Speriamo, sarebbe una bella cosa".

Due anni fa Biglia fu fermato da un infortunio... "La rabbia per non esserci stato in quella partita è tanta, perché avevo provato fino alla fine - ha proseguito - Ma l'infortunio era più grave di quello che pensavo. A volte, però, il calcio ti dà una rivincita. Questa lo è".

Una partita, quella di domani, che può essere importante anche per il futuro della Lazio... "Quando vinci la fame ti porta ad avere ancora più fame - ha detto Biglia - Sarebbe un bell'inizio. Parolo recuperato? Vedremo, abbiamo ancora l'allenamento di domani>

Prossimo articolo:
Guida TV: dove vedere tutto il calcio in diretta TV e streaming
Prossimo articolo:
Tabella infortunati, squalificati e diffidati in Serie A
Prossimo articolo:
Calciomercato gennaio, notizie e trattative: Napoli, contatti per Trincao
Prossimo articolo:
Barcellona-Levante 3-0: Dembelè fa doppietta, remuntada blaugrana
Prossimo articolo:
Calciomercato Milan, Piatek caldo: summit Leonardo-Preziosi
Chiudi