Notizie Risultati
Serie A

Bernardeschi piace a tutti: "Io all'Inter? Anche Juventus o Barcellona... "

12:29 CET 27/11/16
Bernardeschi Fiorentina Serie A
Federico Bernardeschi parla del suo futuro: "Io all'Inter? Ho letto anche di Juve e Barcellona, ma nel calcio quasi tutto è nuvola. Io ho un contratto con la Fiorentina".

La stanchezza post Europeo, le tensioni con Sousa, la continuità che mancava. L'inizio di stagione di Federico Bernardeschi è stato complicato, ma ora è lui il leader tecnico della Fiorentina, il giocatore che ti può risolvere le partite con una giocata.

Sousa-Fiorentina, Inter decisiva

"Sousa mi spiegò bene ciò che intendeva - ha raccontato alla 'Gazzetta dello Sport'  - è che 20 giorni di vacanza post Europeo erano stati pochi: davo il cento per cento, ma il fisico e la testa non rispondevano al cento per cento.

Che io mi senta più trequartista o esterno più puramente offensivo lo sanno pure i muri, ma se l’allenatore mi fa fare anche altro vuol dire che lo posso fare e che si fida di me. E a me quel bagaglio ancora non serve: oggi mi serve più la fiducia della duttilità".

Bernardeschi ha le idee piuttosto chiare sul suo futuro: "Io oggi sto bene alla Fiorentina, e se hai un contratto lo devi rispettare: certe cose si decidono sempre in due".

A patto che non ci sia un terzo incomodo come per esempio l'Inter: "Si dice che un giorno potrei essere interista? Ho letto, ma ho letto anche del Barcellona, della Juve: nel calcio quasi tutto è nuvola, solo quello che non è nuvola diventa fuoco".

Giocare a San Siro contro l'Inter è però sempre un'emozione speciale: "Per me l’Inter è la stessa di quando la affrontai con i Pulcini e viste le facce spaventate dei miei compagni dissi 'Non sono per forza più forti di noi, giochiamocela': volevo trasmettergli la mia emozione. Perché con l’Inter è una di quelle partite che pensi: 'E’ proprio bello fare questo mestiere'".

E la bella Veronica? Sousa la accusò indirettamente di distrarlo. Ma per Bernardeschi l'incontro con la Ciardi è stato positivo in tutti i sensi: "Lei al Grande Fratello non voleva nemmeno andarci, me l’ha confessato. Non fu 'Bello, vado in tv', ma solo una chance: a fare la barista o la ballerina non guadagni granché. La convinse un'amica, fu un’esperienza forte, anche se quel mondo non le appartiene: troppo falso".

Lo dice uno che al reality ci ha rinunciato: "Potevo andarci prima di Veronica, ad un Grande Fratello. Ma dissi no a “Giovani speranze” di Mtv - ha ricordato infine Bernardeschi  - a 16 anni devi poter fare le tue cazzate senza una telecamera in casa".