Bayern Monaco, scaduto il termine per il riscatto di Perisic: l'Inter non farà sconti

Ivan Perisic Bayern Munich
Getty
Scadeva oggi il termine per il riscatto di Perisic da parte del Bayern: i bavaresi ne riparleranno con l'Inter che non è intenzionata a fare sconti.

Vige un profondo stato d'incertezza su quello che sarà il futuro di Ivan Perisic, acquistato la scorsa estate dal Bayern Monaco in prestito oneroso con diritto di riscatto fissato a 20 milioni: oggi scadeva il termine ultimo per la comunicazione dell'avvenuto acquisto all'Inter, che però non è mai arrivata.

Secondo quanto riportato da 'Sky Sport', i bavaresi hanno chiesto maggiore tempo per definire ufficialmente l'operazione: l'emergenza Coronavirus e l'infortunio alla caviglia che aveva colpito il croato prima della sospensione della Bundesliga hanno fatto slittare l'annuncio della permanenza in Germania del giocatore.

Dal canto suo, l'Inter non è intenzionata a concedere sconti di natura economica al Bayern: in caso di cessione, Marotta pretenderà i 20 milioni pattuiti circa un anno fa, non un euro di più o di meno.

Da parte dei tedeschi c'è comunque la volontà di rimettere in piedi la trattativa nelle prossime settimane per trovare un accordo con i nerazzurri che aspettano con ansia di racimolare un gruzzolo niente male e utile in ottica mercato, dove si apprestano ad essere grandi protagonisti sia per quanto riguarda le operazioni in entrata che in uscita.

Chiudi