Balotelli e la missione più difficile, riconquistare il gruppo azzurro: per ora gelo...

Commenti()
Getty
Richiamato in nazionale, Mario Balotelli deve ora ricostruire il rapporto coi compagni dopo le polemiche degli scorsi mesi. Ma servirà un po' di tempo.

Se qualcuno pensa che Mario Balotelli abbia vinto la sfida più difficile, riconquistando la maglia della Nazionale proprio quando al Liverpool è l'ombra di se stesso, si sbaglia di grosso. Il difficile arriva ora. E riguarda il rapporto con un gruppo che probabilmente si stava abituando ad andare avanti senza di lui. Senza riuscire a nasconderlo.

Le parole di Gigi Buffon e Daniele De Rossi dopo l'eliminazione dal Mondiale brasiliano ce le ricordiamo tutti: "Non servono le figurine, servono gli uomini". Nessun nome, ma non occorre certo essere degli scienziati per capire con chi ce l'avessero i due senatori, furiosi per la magra figura rimediata dall'Italia in un girone tutto sommato abbordabile.

Come riporta l'edizione odierna del 'Corriere dello Sport', proprio al portiere della Juventus e al centrocampista della Roma, leader dentro e fuori dal campo, Conte avrebbe anticipato la controversa scelta di richiamare Balotelli. Tutto ok, la risposta dei due veterani. Gente che sa ragionare e mettere le questioni collettive davanti a quelle personali. Ma con gli altri come la mettiamo?

Perché da ricordare sono ad esempio anche le punzecchiature, stavolta rivolte all'ex milanista in particolare, di due come Giorgio Chiellini e Leonardo Bonucci a qualificazioni europee in corso: "Deve imparare che qui si corre". Con lo stesso centrale juventino, inoltre, in Brasile sarebbe stata rissa. E rissa, verbale, è stata con il suo motivatore, Alberto Ferrarini, che definì Balotelli "uno che spacca il c...o come non mai".

Insomma, se la prima missione del centravanti del Liverpool, tornare a vestire la maglia azzurra, è stata raggiunta tra le alzate di sopracciglio di chi fatica a capire, la seconda sarà ancora più complicata: riconquistare un gruppo che lo ha aiutato, sostenuto, sopportato, ma con il quale il rapporto si è deteriorato forse in maniera definitiva con il passare del tempo.

L'articolo prosegue qui sotto

Le prime foto da Coverciano, dove gli azzurri si sono radunati ieri, confermano che, per il momento, Balotelli è ancora un corpo estraneo: Mario ha scherzato, riso e corso in compagnia praticamente del solo El Shaarawy, con il quale il rapporto è ottimo nonostante la convivenza tattica complicata ai tempi del Milan. Da parte degli altri, il ghiaccio deve evidentemente ancora essere rotto. Ci vorrà del tempo.

 

Get Adobe Flash player

Prossimo articolo:
Guida TV: dove vedere tutto il calcio in diretta TV e streaming
Prossimo articolo:
Tabella infortunati, squalificati e diffidati in Serie A
Prossimo articolo:
Calciomercato gennaio, notizie e trattative: Napoli, contatti per Trincao
Prossimo articolo:
Barcellona-Levante 3-0: Dembelè fa doppietta, remuntada blaugrana
Prossimo articolo:
Calciomercato Milan, Piatek caldo: venerdì summit Leonardo-Preziosi
Chiudi