Attenta Inter, la Sampdoria sa come farti male: l'anno scorso un doppio KO

Commenti()
Getty Images
Marco Giampaolo sa come fare male all'Inter: l'anno scorso ha "esonerato" De Boer ed estromesso i nerazzurri dalla corsa alla Champions League.

L'Inter è partita direttamente con la quarta marcia inserita in questo campionato, come forse nessuno si aspettava, nemmeno in casa nerazzurra. La squadra di Luciano Spalletti è uscita illesa anche dalla complicata trasferta contro il Napoli, attuale capolista della Serie A, pur soffrendo fisiologicamente l'estro offensivo della banda di Sarri. 

Adesso l'Inter non può più nascondersi, nonostante Luciano Spalletti cerchi di fare il pompiere sul fuoco dell'entusiasmo generale: per lo Scudetto ci sono anche i nerazzurri, anche se ovviamente Napoli e Juventus al momento sono in vantaggio nella gerarchia della Serie A. Ma la classifica parla chiaro, il secondo posto impone onore ed oneri a tutto l'ambiente, che adesso è atteso da una difficile sfida contro la Sampdoria, nell'anticipo del 10° turno di campioanto.

A presentare il livello di difficoltà della gara contro la Sampdoria, ci ha pensato lo stesso Luciano Spalletti in conferenza stampa: "La loro è una squadra costruita bene, Giampaolo è un allenatore fortissimo. In passato ha detto che vorrebbe allenare l'Inter? Sarei il primo abbonato per seguire il suo progetto".

Ma, anche senza le parole dell'allenatore dell'Inter, bastava gettare lo sguardo indietro di un anno. Nella scorsa stagione la Sampdoria è stata l'autentica bestia nera per i nerazzurri. Andata e ritorno, San Siro e Marassi, allenatori diversi, stesso risultato: due pugni ben piazzati della squadra blucerchiata, che soprattutto a livello di gioco ha fatto girare la testa ai nerazzurri. 

30 ottobre 2016 - L'Inter si presenta a Genova in un momento di crisi quasi senza paragoni: in panchina c'è Frank De Boer, che ormai ha perso il controllo dello spogliatoio e non riesce a risollevare le sorti di una squadra finita in balia della corrente già dai primi mesi dell'estate. La partita è quasi un monologo della Sampdoria, che vince "solo" 1-0 con il goal di Quagliarella, ma che fa letteralmente girare la testa ai nerazzurri. Conseguenza della sfida: l'Inter caccia De Boer e chiama temporaneamente Stefano Vecchi.

3 aprile 2017 - Nel giro di qualche mese l'Inter si è ripresa dalla crisi grazie a Stefano Pioli, che contro la Sampdoria affronta una sfida decisiva per la corsa alla Champions League, dopo aver perso due punti preziosi nella sfida precedente contro il Torino. Ebbene, Marco Giampaolo riesce nuovamente a distruggere il morale nerazzurro, con un'altra partita perfetta dal punto di vista tattico. Al goal di D'Ambrosio rispondono Schick e ancora Quagliarella, che infrange i sogni dell'Europa che conta.

PS formazioni Inter

Due campanelli d'allarme per Luciano Spalletti, che però conosce alla perfezione Giampaolo, oltre a vivere all'Inter una realtà nettamente diversa da quella della passata stagione. Però una cosa è certa: l'Inter soffre le squadre che palleggiano bene come la Sampdoria, che in più l'anno scorso ha fatto male ai nerazzurri grazie al suo centrocampo a rombo, che il 4-2-3-1 potrebbe soffrire ancora per l'inferiorità a centrocampo. 

Insomma, Luciano Spalletti è alla prova del nove: se anche contro la Sampdoria arriverà una vittoria, l'Inter forse è davvero matura per ambire alle posizioni di vertice della classifica. Altrimenti ne uscirà leggermente ridimensionata, fermo restando che attualmente quella blucerchiata è una delle squadre più in forma dell'intero campionato.

Chiudi