Atletico-Sporting, sorpresa per i portoghesi: Cristiano Ronaldo in visita

Commenti()
Getty
Per caricare la squadra di Jorge Jesus, è arrivato Cristiano Ronaldo: a Madrid si gioca il match di Europa League tra Atletico e il suo ex club.

E' la settimana di Cristiano Ronaldo. Una frase un po' strana da pensare, considerando che quasi sempre il lusitano è protagonista assoluto. La rovesciata contro la Juventus ha però alzato ancor più l'asticella della sua leggenda e dopo aver messo un piede e mezzo nelle semifinali di Champions, può concentrarsi su altro.

 

Melhor do mundo

Un post condiviso da Luís Maximiano (@luismaximiano81) in data:

Visto il match tra l'Atletico Madrid e lo Sporting Lisbona, andata dei quarti di Europa League, Cristiano Ronaldo si è recato in visita ai giocatori attualmente tesserati per il suo ex club: sorpresa maxi per gli uomini di Jorge Jesus e il suo staff, caricati dal Pallone d'Oro per la sfida del Wanda Metropolitano.

"Guardate chi è venuto a darci una carica extra in più per la gara, il leone Cristiano Ronaldo" ha scritto lo Sporting su Twitter, prima che iportiere Luis Maximiniano postasse una foto con il classe 1985, definendolo il migliore al mondo.

Cristiano Ronaldo, all'entrata dell'hotel occupato dallo Sporting Lisbona, ha evidenziato di essere in quella parte di Madrid per salutare sopratutto l'amico Fabio Coentrao, connazionale con il quale ha condiviso sia le vittorie nel Real, sia con la maglia della Nazionale.

L'articolo prosegue qui sotto

Un felice ritorno al passato per Cristiano Ronaldo, cresciuto proprio nello Sporting Clube de Portugal dal 1997 al 2003, prima di essere ceduto al Manchester United: tre i goal in venticinque presenze con la maglia della prima squadra. All'epoca, come noto, andò vicinissimo al trasferimento alla Juventus.

Una Juventus che nell'andata dei quarti di Champions è stata spazzata via proprio da Cristiano Ronaldo, che ha evidenziato ancora una volta di aver apprezzato i bianconeri in giovane età: arrivato al Real Madrid però il lusitano è stato letale, battendo i bianconeri in ben nove occasioni. Il destino del calcio porta anche a questo.

 

Chiudi