Atletico Madrid-Juventus, Khedira sale in cattedra: pronto a giocare titolare

Commenti()
Getty Images
Autore di due prove convincenti contro Parma e Sassuolo, Khedira si candida con forza a una maglia da titolare contro l'Atletico Madrid.

"Khedira sarà l'acquisto di gennaio". Parole apparentemente scontate quelle pronunciate lo scorso mese da Max Allegri, che invece rispecchiano semplicemente la verità: quando sta bene, il tedesco resta uno degli uomini chiave di questa Juventus. Il "professore degli inserimenti", così soprannominato dal livornese al termine del fresco successo di Reggio Emilia, ha impartito le sue lezioni alle retroguardie di Parma e Sassuolo.

Con DAZN segui la Serie A IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

Due legni contro i primi e una rete con i secondi. Non male per un mediano che ha sempre avuto un discreto feeling con il goal, trovandolo ben 21 volte in bianconero. Colori con cui il teutonico si prepara a recitare una parte importante in vista degli appuntamenti decisivi. E in tal senso tutte le strade portano al Wanda Metropolitano.

In fondo, Sami conosce bene Madrid: dal 2010 al 2015 si è tolto le sue belle soddisfazioni con la casacca merengue, vincendo una Liga, due Coppe di Spagna, una Supercoppa di Spagna, una Champions League, una Supercoppa Uefa e una Coppa del mondo per club. Insomma, un quinquennio di trionfi. E per ottenerne un altro, che manca alla Juventus da ventitré anni, si passa necessariamente da quelle latitudini.

Sassuolo Manuel Locatelli Juventus Sami Khedira

A causa di numerosi guai fisici, nella prima parte di stagione Khedira è stato utilizzato con il contagocce. Pochi contributi, nessuno squillo. E non è un segreto che la carriera dell'ex Real, seppur di pregevole fattura, sia stata caratterizzata da numerosi stop forzati che, comunque, non ne hanno pregiudicato l'efficacia alla voce trofei.

Prima il Frosinone, poi l'Atletico Madrid: in entrambe le gare il numero 6 bianconero sarà certamente un osservato speciale. Anche se Allegri ha già le idee chiare, e mercoledì prossimo nella capitale iberica non sono previste grosse novità: il progetto tattico nella mente del tecnico dovrebbe contemplare proprio la presenza dall'inizio di Khedira. E da profondo conoscitore del calcio, il tedesco difficilmente stecca le grandi occasioni.

L'allenatore livornese si affiderà poi all'usato sicuro, nonché a quel blocco chiamato a riportare Madama sul tetto d'Europa. Ci sarà regolarmente Chiellini, potrebbe farcela Bonucci e sulle spalle di Ronaldo peserà un carico di responsabilità formato Champions.

Nessun capolinea, nessun matrimonio in crisi. La Juventus ha sempre creduto in Khedira, tanto da rinnovargli il contratto fino al 2021. Un attestato di stima profondo, soprattutto considerando le 31 primavere. E se Bentancur ed Emre Can offrono solide garanzie in chiave progettuale, nell'immediato c'è bisogno di Sami. Lo dice la storia, lo dice Allegri.

Chiudi