Atalanta, l'agente di Cornelius sbotta: "È tenuto in ostaggio, è vergognoso"

Commenti()
Getty Images
Esplode il caso Cornelius all'Atalanta, dal suo agente parole durissime: "C'era l'offerta di un'altra squadra italiana, ma volevano di più".

Vincitrice in maniera scoppiettante sul Frosinone nella prima partita di campionato, l'Atalanta si trova a dover gestire la situazione di un giocatore non esattamente contento di essere rimasto a Bergamo.

Andreas Cornelius non è tra le prime scelte di Gasperini, in un reparto che vede Gomez, Zapata, Ilicic, Barrow e Tumminello, e ci pensa il suo agente Per Steffensen a far sapere a tutti come stanno le cose, svelando alcuni retroscena di mercato con un lungo post su Facebook.

"Fin dall'inizio abbiamo avuto la spiacevole sensazione che Gasperini non fosse d'accordo con la dirigenza sull'acquisto di Cornelius - attacca il procuratore - Nel luglio scorso abbiamo parlato col club e abbiamo ricevuto il via libera per trovare una nuova squadra per Andreas. Una squadra importante in Italia ci ha offerto tanti milioni per il suo cartellino e un ingaggio molto più alto di quello che percepisce a Bergamo, ma l'Atalanta ha chiesto di più e non ha voluto lasciarlo andare".

"È vergognoso che Cornelius sia tenuto in ostaggio in questo modo, ma non è inusuale quando si tratta di un patrimonio di una società che vuole guadagnarci", conclude polemico il procuratore del 25enne attaccante danese. Da qua a 10 giorni, quando si chiude il mercato in altri campionati europei, sapremo se questo sfogo ha prodotto qualcosa.

Prossimo articolo:
Guida TV: dove vedere tutto il calcio in diretta TV e streaming
Prossimo articolo:
Tabella infortunati, squalificati e diffidati in Serie A
Prossimo articolo:
Calciomercato gennaio, notizie e trattative: Napoli, contatti per Trincao
Prossimo articolo:
Barcellona-Levante 3-0: Dembelè fa doppietta, remuntada blaugrana
Prossimo articolo:
Calciomercato Milan, Piatek caldo: venerdì summit Leonardo-Preziosi
Chiudi