André Silva conquista il Milan: 2 goal da 6 punti in una settimana

Commenti()
Getty Images
Dopo aver segnato al Milan, André Silva batte anche il Chievo e si mette alle spalle mesi difficilissimi: "Era solo un problema di ambientamento".

Quei 38 milioni di euro spesi dal Milan in estate per strapparlo al Porto iniziavano davvero a pesare come un macigno. Specialmente alla luce di quel dato impietoso che risaltava fino a domenica scorsa: zero goal. Poi, come d'incanto, per André Silva tutto è cambiato.

Il colpo di testa vincente nel recupero del match di Genova non gli ha forse cambiato la vita, ma la stagione sì. Tanto che proprio lui, entrato al quarto d'ora del secondo tempo, ha vinto anche la resistenza del Chievo, che a 8 minuti dal termine sperava ancora di tornarsene a Verona con un pareggio vitale.

André Silva non ha fatto molto, ma quel che ha fatto è stato assolutamente funzionale alla squadra. Appena 11 tocchi, ma i 4 passaggi effettuati per i compagni sono andati tutti a segno: un suo lancio in contropiede ha messo davanti alla porta Çalhanoglu nell'azione in cui il turco si è guadagnato un rigore, poi sbagliato da Kessié.

Una sola la conclusione nello specchio effettuata da André Silva contro il Chievo: quella del goal, appunto. Proprio com'era accaduto domenica scorsa contro il Genoa. In sostanza: due tiri, due goal e 6 punti regalati al Milan. Oltre a una fiducia completamente ritrovata dopo un periodo nerissimo.

"Una settimana perfetta. Ma io sono felice perché il Milan ha vinto - dice André Silva, intervenuto su 'Sky Sport' al termine dell'incontro - Se ho pensato di andarmene a gennaio? Io sono al Milan e voglio giocare al Milan, non posso pensare ad altre cose. Penso solo a fare il mio lavoro qui".

La maggiore difficoltà di André Silva in questi mesi complicatissimi? L'ambientamento, semplicemente: "Per la prima volta sono uscito dal Portogallo e dalla mia città. E tutto cambia: vita, famiglia, tipo di calcio. Ma anche questa è una forma per crescere".

"Deve continuare a lavorare e a crescere. È un grande professionista, forse troppo perché a volte lavora troppo. Ha grande talento e ampi margini di miglioramento", dice di lui Gennaro Gattuso. Che, dopo averlo aspettato a lungo, finalmente ha capito di poter contare davvero sull'uomo da 38 milioni.

Prossimo articolo:
Guida TV: dove vedere tutto il calcio in diretta TV e streaming
Prossimo articolo:
Calciomercato Juventus, Benatia ha un'offerta dall'Al Duhail: considerazioni in corso
Prossimo articolo:
Calciomercato Inter, Cedric Soares è il vero obiettivo per la difesa
Prossimo articolo:
Siviglia-Barcellona 2-0: Senza Messi è un altro Barca
Prossimo articolo:
Razzismo, pugno duro della Football Association contro Wayne Hennessey per un saluto nazista
Chiudi