Notizie Risultati Live
Coppa Italia

Ancelotti spinge il Milan: "La finale con la maglia rossonera"

19:34 CEST 07/05/18
Carlo Ancelotti Bayern Munich Bundesliga 05061
Carlo Ancelotti commenta i progressi del Milan e spiega il suo rifiuto alla Nazionale: “Voglio allenare squadre di club”.

E’ considerato uno dei migliori allenatori del pianeta e, non è un caso, che il suo nome nelle ultime settimane sia stato accostato a quello di alcune tra le più importanti panchine europee. Carlo Ancelotti, terminata anzitempo la sua avventura al Bayern, si sta godendo un periodo di riposo prima di potersi rimettere a caccia dei trofei più importanti.

Il tecnico italiano, parlando ai microfoni di Milan Tv, ha voluto mandare i suoi auguri a sir Alex Ferguson, il leggendario ex allenatore del Manchester United che nei giorni scorsi è stato operato d’urgenza per un’emorragia celebrale: “Siamo tutti dispiaciuti per lui, sappiamo che tipo di uomo è. Ho saputo che l’intervento è andato molto bene, adesso speriamo che anche il decorso possa essere buono e che recuperi al meglio. E’ una persona di gradissimo spessore”.

Ancelotti si è soffermato anche su Gattuso e sul lavoro svolto negli ultimi mesi al Milan: “Sta facendo molto bene. Il Milan ha attraversato un periodo molto buono, poi ha un po’ pagato a livello mentale. Adesso la squadra si è ripresa e sono convito che Gattuso preparerà al meglio la finale di Coppa Italia con la Juventus. Conosce molto bene la squadra bianconera e saprà motivare i suoi giocatori”.

Il Milan è ripartito da un progetto totalmente nuovo: “Mirabelli e Fassone hanno preso in mano una situazione complicata, il Milan tornerà in alto, ma serviranno ancora un po’ di tempo e di pazienza”.

Negli ultimi tempi il nome di Ancelotti è stato accostato anche a quello della Nazionale italiana: “Ho deciso di rifiutare perché io voglio allenare ancora squadre di club, non voglio cambiare mestiere. E’ stata una decisione difficile, ma è quello che sento. Mancini commissario tecnico? Con lui la Nazionale sarebbe in buone mani, è motivato, è un ottimo allenatore ed ha esperienza internazionale”.

Ancelotti non si è sbilanciato sul suo futuro: “Non so ancora che cosa accadrà, potrei anche fermarmi ancora perché non vedo tante possibilità per tornare ad allenare al momento. Per me non sarebbe un problema, prima o poi qualcosa salterà fuori e non avrei problemi a tornare ad allenare in Italia”.

La finale di Coppa Italia che vedrà protagoniste Juventus e Milan si avvicina a grandi passi: “La vedrò in Canada insieme ad un mio amico milanista, ci metteremo la maglia del Milan, è quello che posso fare per supportare la squadra. Speriamo di poter festeggiare mercoledì, ai tifosi dico di stare vicino alla squadra perché con i giusti investimenti si può risalire. Il Milan ha una sua identità in entrambe le fasi, forse manca ancora un po’ in finalizzazione”.