Allegri sul ko Juventus: "Ci abbiamo messo del nostro, ora rialziamoci"

Ultimo aggiornamento
Commenti()
Allegri: "Abbiamo forse perso la partita meno importante, ma la squadra ha fatto una bella partita. C'è da migliorare la fase realizzativa".

Sconfitta a sorpresa per la Juventus, che è stata rimontata dal Manchester United all'Allianz Stadium ed ha perso così l'occasione di qualificarsi agli ottavi di finale di Champions League con due giornate di anticipo.

Guarda su DAZN oltre 100 match di Serie A e tutta la Serie B: attiva ora il tuo mese gratuito!

Al termine del match ai microfoni di Sky Sport è intervenuto il tecnico bianconero Max Allegri. "Mourinho? Di solito vado subito via dal campo per evitare reazioni. E' una sconfitta che ci dispiace perchè la squadra ha fatto una bella partita, ma dobbiamo per forza migliorare in fase realizzativa perchè non riusciamo a chiuderle. Poi succede che ti mettono Fellaini lì davanti ed abbiamo regalato troppe punizioni, non abbiamo la lucidità e la pazienza di stare fermi e non fare fallo".

Nonostante la sconfitta Allegri crede che la sua squadra potrà sia qualificarsi che arrivare prima nel raggruppamento. "Ci abbiamo messo del nostro a perdere, ma la squadra ha fatto bene è ancora in testa al girone ed abbiamo la chance non solo di andare agli ottavi di finale e di arrivare al primo posto nel girone. Dopo questa sconfitta è necessario rialzarsi subito, domenica abbiamo il Milan. E chissà che non possa farci bene".

Si è trattato inoltre dei primi goal subiti dalla Vecchia Signora in questa edizione della competizione: "Non possiamo pensare che in un palcoscenico così importante non si debba mai subire un goal. Di sicuro bisogna far sì di regalare meno punizione come è accaduto stasea, soprattutto quando entrano in campo giocatori come Fellaini e Mata. Ripeto, c'è da lavorare sia da questo punto di vista che dal punto di vista realizzativo".

Infine una considerazione che rende probabilmente il ko meno amaro. "Questo è il calcio, lo dobbiamo accettare. Era importante passare stasera e qualificarci, ma pazienza. Continueremo a lavorare e speriamo di fare meglio in futuro. Non si può sempre vincere, ma diciamo che forse abbiamo perso la partita meno importante".

Prossimo articolo:
La nuova Italia di Mancini: “Chiamo i giovani per conoscerli meglio”
Prossimo articolo:
Football Manager 2019 talenti: i migliori giovani portieri, difensori, centrocampisti e attaccanti
Prossimo articolo:
Zero minuti in campionato, titolare contro gli Stati Uniti? Kean può stupire
Prossimo articolo:
Euro 2020: formula, sorteggio, calendario e date
Prossimo articolo:
Calendario Serie C Girone B 2018/2019
Chiudi