Allegri contro Sarri, più diversi di così... "Mi vuole creare solo confusione"

Commenti()
Napoli-Juventus è anche Sarri contro Allegri, due tecnici agli antipodi nell'interpretare il calcio: prima il gioco o i risultati?

Maurizio Sarri contro Massimiliano Allegri. Napoli-Juventus, big match della quindicesima giornata di Serie A, è anche la sfida tra due allenatori simili per estrazione geografica eppure molto diversi nel modo di intendere e vivere il calcio.

Sarri, nato a Napoli ma cresciuto nelle campagne toscane, è quasi maniacale nella cura dei dettagli tattici come testimonia il taccuino degli appunti sempre aperto in panchina durante le partite e la ripetezione ossessiva degli schemi in allenamento.

Allegri invece da sempre predilige lasciare liberi i giocatori di esprimere le proprie qualità senza imbrigliarli con compiti tattici troppo definiti, forse ricordando anche la sua carriera da calciatore 'anarchico'.

Quando si tratta di badare al sodo però Allegri sa come si fa anche perchè come ripete spesso. "Essere belli è facile, il difficile è vincere, alla fine conta solo l'albo d'oro". Albo d'oro che con la Juventus in tre anni lo ha visto conquistare tre Scudetti, tre Coppe Italia e una Supercoppa Italiana.

Sarri Allegri Napoli Juventus Serie A

Sarri invece finora nei suoi due anni a Napoli ha incassato tanti premi della critica (ultimo in ordine di tempo l'Oscal del Calcio di qualche giorno fa) ma a vincere qualcosa non è mai neppure andato troppo vicino, colpa anche di una rosa sicuramente meno ricca rispetto a quella del collega.

Collega che alla vigilia del big match del 'San Paolo' non ha rinunciato al gusto della frecciatina nei confronti di Sarri: "Inter favorita perché senza coppe? A Maurizio non gli sto più dietro...una volta il campo, una volta le coppe. Secondo me è una sua strategia per crearmi confusione, quindi evitiamo...".

Sarri dal canto suo, come spesso accade prima di gare importanti, ha preferito non presentarsi davanti ai microfoni e concentrarsi sul campo per preparare al meglio una sfida che potrebbe essere decisiva in chiave Scudetto.

Il tricolore infatti è il grande sogno di tutta Napoli ma anche di Sarri che, come detto, nonostante una media punti quasi pari a quella di Allegri (1,94 contro 1,96) finora non ha ancora sollevato al cielo un trofeo. 

Allegri e Sarri, Sarri e Allegri. Diversi sul campo anche nelle stile: se l'allenatore del Napoli non abbandona la sua tuta neppure in Champions League, quello della Juventus non rinuncia mai al cappotto d'ordinanza. Sempre che i suoi non lo facciano 'spogliare' per la rabbia.

Una scena a cui i tifosi della Juventus negli ultimi anni si sono ormai abituati, come quelli del Napoli alla gomma nevosamente masticata da Sarri in panchina. Uguali eppure così diversi. Sarri contro Allegri, Napoli contro Juventus. La sfida continua.

 

Chiudi