Albertazzi vince la causa contro il Verona: reintegro in rosa e risarcimento

Ultimo aggiornamento
Commenti()
Getty Images
Il Collegio arbitrale ha condannato il Verona a reintegrare in rosa il terzino Albertazzi e a pagare 57.600 euro a titolo di risarcimento.

L'ultima estate non è stata affatto facile per Michelangelo Albertazzi. Il terzino classe 1991, con alle spalle un passato da grande promessa del Milan, è stato infatti tagliato dal Verona, che non lo ha convocato per il ritiro precampionato ufficialmente per 'Inidoneità atletica e tecnico-tattica', nonostante un certificato medico ottenuto su sua insistenza che accertava il contrario.

La decisione del club scaligero ha portato il giocatore, la cui carriera è stata condizionata da un grave infortunio al ginocchio, ad affidarsi a un avvocato esperto come Mattia Grassani e a fare ricorso al Collegio arbitrale lo scorso 27 luglio.

Il 13 settembre si è svolta l'udienza davanti a quest'ultimo, che questo venerdì ha emesso la sua sentenza, favorevole al calciatore. Il Verona è stato infatti condannato a reintegrare in rosa Albertazzi e a corrispondergli un risarcimentento di 57.600 euro, cifra pari al 20% dell'importo contrattuale lordo.

Albertazzi si era trasferito al Verona nel 2015 a titolo definitivo, ma nei 2 anni giocati in gialloblù ha collezionato appena 10 presenze in Serie A il primo anno, senza mai scendere in campo nella scorsa stagione in Serie B dopo la rottura del legamento crociato nel 2016.

Prossimo articolo:
Lazio-Eintracht, le formazioni ufficiali: Correa fa il centravanti
Prossimo articolo:
Santos, ufficiale l'arrivo di Sampaoli: l'argentino riparte dal Brasile
Prossimo articolo:
Coppa Italia, gli orari degli ottavi: Bologna-Juventus alle 20.45
Prossimo articolo:
DIRETTA: Olympiakos-Milan LIVE - Probabili formazioni
Prossimo articolo:
Canelo-Fielding: data, orario e dove vederlo in tv e streaming
Chiudi