Abelardo contro un giornalista di 'Marca': "Cercate sempre la m***a!"

Commenti()
Getty Images
Show di Abelardo, tecnico dello Sporting Gijon: "Tu e il tuo fot***o quotidiano, siete impresentabili!", dice al cronista Pablo Guisasola, che poi twitta: "Questo è giornalismo".

In Spagna, ogni tanto, perdono davvero la brocca. Era accaduto al 'Pichu' Cuellar, che in una memorabile conferenza stampa di un paio di mesi fa aveva dato spettacolo, ed è capitato anche ad Abelardo, l'ex difensore del Barcellona che oggi allena lo Sporting Gijon.

Dopo la gara di Coppa del Re che ieri sera i biancorossi hanno perso in casa contro l'Eibar, l'ex centrale si è scagliato contro Pablo Guisasola, un giornalista di 'Marca' che gli ha posto una domanda evidentemtente scomoda, almeno per lui: il cambio effettuato all'intervallo tra Burgui, fischiato dal pubblico di casa, e Carlos Castro. Un argomento che ha fatto esplodere Abelardo.

Coppa del Re, tutti i risultati

"Vai sempre a parare lì, sempre lì - la sfuriata del tecnico del Gijon - dici di essere sportinguista, ma lo sei meno di tutti quelli che sono qui. Non lo sei per nulla. Adesso pubblica tutto su 'Marca' e crepa, che stai facendo un danno tremendo. Non sei sportinguista proprio per niente".

Da lì è iniziato un duro battibecco, con Abelardo che ha proseguito il proprio show condendolo con insulti pepati: "Vedete sempre le cose negative, tu e il tuo fot***o quotidiano. Sempre le cose negative. Te lo dico chiaramente, perché cercate sempre la m***a. Siete impresentabili. Siete proprio come diceva van Gaal:  "siempre negatiffo", non vedete mai le cose positive, sempre quelle negative".

L'articolo prosegue qui sotto

A 'Cadena COPE', poi, Abelardo si è scusato, ma soltanto parzialmente: "Mi pento soltanto di avere usato toni offensivi. Solo di quello, perché per il resto ribadisco tutto. I giornali inventano le notizie per danneggiarci".

Guisasola si è poi spiegato su Twitter al termine della conferenza stampa: "Non è questione di sportinguismo, ma di giornalismo. Si tratta semplicemente di chiedere le cose pertinenti, anche se a volte danno fastidio". E poi, conciliante, il giornalista ha retwittato un proprio messaggio di un mese fa: "Abelardo, con le sue manie, è il miglior allenatore per lo Sporting. Non ho dubbi".

 

Chiudi